Giglio della Pace: guida utile, cura e consigli

Il giglio della pace è una delle piante più singolari che esistano. Le sue lussureggianti foglie verdi e i delicati fiori bianchi non sono solo belli, ma hanno bisogno di pochissime cure e saranno altrettanto raggianti se ti dimentichi di annaffiarli, o anche se ricevono poca luce. Puoi anche goderla come pianta acquatica se decidi di costruire un laghetto interno o approfittare delle sue proprietà per purificare l'ambiente! 

Oggi parleremo delle cure del giglio della pace che, anche se non sono molte o complicate, sono necessarie affinché tu possa godere di questo vero tesoro della natura per molti anni.

Giglio della Pace: descrizione, coltivazione e cura

Il giglio della pace, il cui nome tecnico è spathiphyllum, fa parte della famiglia delle araceae. Questa magnifica pianta dalle foglie sempreverdi proviene da alcune zone tropicali del continente americano. La sua presenza nelle case come pianta da interno è più che giustificata dalla bellezza del suo fogliame abbondante e brillante e dai suoi bei fiori bianchi.

Una delle caratteristiche principali dello spathiphyllum o giglio della pace è la mancanza di steli. Le foglie spuntano direttamente da un rizoma. Questo rizoma ha gemme in cima e radici in fondo, che insieme costituiscono la radice della pianta e allo stesso tempo il suo organo riproduttivo. Anche le foglie spuntano direttamente da esso.

La parte bianca, cioè quella che per noi sarebbe il fiore, è in realtà una brattea (foglia mutata per proteggere e avvolgere i fiori), chiamata spata. Acquisisce il suo caratteristico tono bianco quando raggiunge la maturità. Invecchiando, il colore bianco diventa verde pallido. Le infiorescenze, maschili e femminili, sono attaccate a una specie di stelo rigido, chiamato spadice, di un caratteristico colore giallo. 

 

Come coltivare il Giglio della Pace 

Attualmente ci sono 60 specie conosciute di spathiphyllum. La varietà più diffusa e coltivata è la espathyphyllum wallisii, che proviene dalle zone tropicali della Colombia, Costa Rica o Panama. Ha un grande valore ornamentale, grazie soprattutto ai suoi fiori, che spuntano continuamente durante tutto il periodo dalla primavera all'autunno. Questa varietà, con le sue foglie verde intenso e le infiorescenze bianche, attaccate a un picciolo allungato, vive per molti anni ed è molto facile da curare.

  • Ubicazione 

Ci sono due elementi a cui i gigli della pace sono veramente "allergici”: correnti d'aria e ambienti soffocanti/fumosi. Si consiglia quindi di metterli in luoghi riparati dalle correnti d'aria e di ventilare regolarmente per rinnovare l'aria. 

Durante i mesi caldi, puoi portarlo all'esterno, a condizione che il posto dove viene messo sia all'ombra e protetto dalle correnti d'aria.

  • Terreno

Il substrato ideale per il giglio della pace, sarà una miscela di torba con una parte di scaglie di corteccia e sabbia a grana grossa, in modo che sia leggermente acido.

 

  • Luce

Gli Spathiphyllum amano la luce sia estiva che invernale, purché i raggi del sole non cadano direttamente su di loro. Un angolo con luce moderata sarà l'ideale.

  • Temperatura

La temperatura ideale sarà intorno ai 18-25º. Se le temperature rimangono entro questo intervallo, la pianta sarà in costante fioritura dalla primavera all'autunno. Sporadicamente, può sopportare fino a 30ºC, purché mantenga il suo livello di umidità. Al contrario non sopportano molto bene il freddo o le temperature sotto i 15º.

Cure generali
  • Innaffiatura

Durante i mesi estivi, le annaffiature devono essere abbondanti in modo che il compost abbia sempre una certa umidità, pur evitando il ristagno dell'acqua. Nei mesi più freddi, è sufficiente idratare moderatamente la pianta, semplicemente per mantenere il substrato umido.

Questa pianta gradisce molto la nebulizzazione delle foglie con acqua per mantenerle umide e sane. L'acqua dovrebbe essere a temperatura ambiente e non contenere troppo calcare. Se l'acqua della zona è troppo calcarea, è meglio usare un tipo di acqua demineralizzata, o meglio ancora, acqua piovana.

Per mantenere il livello di umidità, è molto pratico mettere uno strato di sassolini o di palline di argilla tra il vaso e il sottovaso. Questo garantirà una buona evacuazione del liquido in eccesso ed eviterà che la pianta stia in contatto diretto con l'acqua.

  • Fertilizzanti e concimi

Dall'inizio della primavera fino all'autunno, si consiglia di concimare la pianta un paio di volte al mese. In inverno non è necessario fertilizzare.

Il tipo di fertilizzante più consigliato è una miscela ricca di potassio e contenente nutrienti e minerali come ferro, molibdeno, potassio, rame, zinco e fosforo, tra gli altri.

Assicurando le giuste dosi di irrigazione, substrato e fertilizzante, il giglio della pace produrrà fiori costantemente, dall'inizio della primavera fino all'autunno. 

 

  • Trapianto

Il trapianto deve essere fatto ogni anno all'inizio della primavera, quando vediamo che per la pianta è diventato insufficiente il vaso da 20 cm di diametro. Se necessario, la pianta viene tolta dal vaso e rinvasata in uno più grande, aggiungendo un substrato fresco nelle stesse proporzioni di terra, sabbia e corteccia di cui sopra.

 

  • Parassiti

I parassiti e le malattie più comuni del giglio della pace sono i seguenti:

Foglie appassite

Questo è un sintomo di scarsità d'acqua. In questo caso, immergi il vaso in un contenitore di acqua a temperatura ambiente fino a quando la pianta non riprende il suo vigore. Poi lascia scolare l'acqua in eccesso e la tua pianta sarà di nuovo raggiante.

Macchie sul retro delle foglie

Questo potrebbe essere un sintomo di cocciniglie cotonose. La sua forma nebulosa e il suo colore bianco sono inconfondibili. Possono essere rimossi con alcool metilico imbevuto in un panno, o con acqua e sapone. Nel caso di grandi piante o in caso di grandi infezioni, utilizzare prodotti insetticidi specifici.

Macchie giallastre

La comparsa di queste macchie marroni/giallastre, insieme alla presenza di una specie di ragnatela sul lato inferiore della foglia, è di solito la prova dell'attacco del fastidioso e dannoso ragnetto rosso. Per sradicarlo, è necessario aumentare il grado di umidità e aumentare la frequenza delle annaffiature, poiché questo tipo di acaro fa la sua comparsa a causa della secchezza. Se preferisci, puoi usare un prodotto chimico specifico.

  • Potatura

Il giglio della pace di solito non viene potato. Basta togliere le foglie quando appassiscono o si seccano, per evitare che diventino una fonte di parassiti e malattie.

  • Moltiplicazione

Il giglio della pace è molto facile da moltiplicare per divisione dei rizomi.

Si procedere nel seguente modo: In primavera, tagliare i rizomi con un coltello affilato e disinfettato. Ognuno dei pezzi tagliati dovrebbe conservare diverse foglie e buone radici. Per evitare che i pezzi tagliati siano invasi dai funghi, usa un prodotto a base di zolfo venduto nei negozi di giardinaggio e fai da te.

Successivamente, pianta ciascuna delle porzioni in vasi usati utilizzando lo stesso tipo di substrato come spiegato sopra. Metti i vasi in un luogo ombreggiato, a una temperatura di circa 21º. Quando i nuovi germogli cominciano ad emergere, è un segno sicuro che la pianta ha radicato bene. In questo caso, potrai dare loro gli stessi trattamenti di qualsiasi altra pianta adulta della loro specie.

Il giglio della pace non solo aggiungerà un tocco di bellezza e serenità alla tua casa. Pulirà anche l'aria che respiri dalle impurità. Inoltre, non richiederà molta cura o tempo per mantenere la sua bellezza e rigogliosità. È già a casa tua?
Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Ame Rodríguez

Dedicato alla creazione di un esercito di cactus, piante grasse, barboncini e gatti per aiutarmi a conquistare il mondo. In quel poco tempo libero che ho suono, scrivo e ballo.

Ricevi la tua pianta a domicilio 🕊

5€ di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..