Costola di Adamo, consigli per mantenerla sempre perfetta

Se c'è una pianta che non ha bisogno di presentazioni è la costola di Adamo o Monstera Deliciosa. Basta entrare in qualunque rete sociale per vedere che molte persone vengono rapite dal fascino dei suoi steli aggrovigliati e dalle sue foglie perforate, che siano appassionati di piante o meno. Appare persino nelle stampe decorative ed è un ospite frequente nei servizi fotografici delle riviste di arredamento. La Monstera è come un mobile mid-century: atemporale e raffinata. Semplicemente iconica.

Anche se è una pianta che ha esigenze abbastanza semplici, c'è chi non è stato molto fortunato e l'ha vista passare a miglior vita o sopravvive piccola e triste in un angolo, senza sapere bene cosa fare per sviluppare tutto il suo potenziale. È anche possibile che la tua Costola di Adamo abbia un aspetto un po' cadente o statico, che non accenni a trasformarsi in quell'esemplare lussureggiante che vedi nelle foto. Non preoccuparti, andremo dalle basi ai consigli più specifici in modo che tu possa imparare tutti i trucchi di cui hai bisogno per far risplendere la tua Monstera. 

Conoscere la Monstera 

La Monstera Deliciosa è una pianta tropicale, della famiglia araceae, come le calle, gli anthurium e i filodendri. Deve il suo nome di monstera al latino, in quanto significa strano, fuori dall'ordinario perché sebbene abbia foglie verdi impressionanti, sono solcate da questi buchi che si formano spontaneamente. La parte di deliciosa viene dal suo frutto squisito, perché nel suo habitat produce un frutto allungato con la stessa forma delle pannocchie di mais, che, se mangiato maturo, ha un sapore squisito che ricorda l'ananas, la banana e il mango. 

Tuttavia, anche se il suo frutto è commestibile, il resto della pianta è velenoso e se si mangia il frutto senza aspettare che maturi, si può soffrire di irritazioni e altri disagi. Inutile dire che non è adatta agli animali domestici o ai bambini, soprattutto se hanno l'abitudine di giocare con le piante. Tuttavia, se il tuo animale domestico mordicchia un po' la tua monstera, avrà solo qualche disturbo allo stomaco. Non bisogna però consentire loro di morderla o di mangiarne le foglie. 

Nel suo habitat naturale, la costola di Adamo è enorme, può essere alta molti metri e le sue foglie si estendono tutto intorno. Che tu ci creda o no, le monstere producono lunghi fiori bianchi, ma sono di scarsa importanza estetica. Non fiorirà mai se è in un vaso, ma non è nemmeno una preoccupazione perché il suo fascino sta principalmente nel suo fogliame lussureggiante. 

Alcune persone confondono la monstera deliciosa con i filodendri a foglia aperta, poiché le loro foglie sono molto simili, soprattutto nelle piante più giovani; ma c'è un semplice trucco per distinguerle: le foglie del filondendro sono perforate sul bordo ma non hanno i fori che possiede la monstera vicino alla nervatura centrale. 

Una delle cose più belle della Monstera è che può essere coltivata sia all'interno che all'esterno, e questo non significa necessariamente che avrà uno sviluppo minore o diverso, l'unica differenza è che all'interno non fiorisce. Questa pianta ha molte radici aeree, data la sua abitudine di arrampicarsi. Queste piccole radici scavano nelle fessure o si attaccano agli alberi e ai rami adiacenti per arrampicarsi. Ricorda che è una pianta rampicante e non un parassita, quindi se lo tieni fuori e si arrampica su uno degli alberi, non gli farà male. 

Se metti la tua costola di Adamo in un posto troppo buio, esibirà un comportamento noto come fototropismo negativo. Vale a dire che invece di muoversi e crescere verso la luce (come la maggior parte delle piante) cercherà l'ombra. Questo non significa che la tua monstera sta scegliendo il suicidio, ma che sta ricordando le sue origini. Nella giungla tropicale, l'oscurità significa che si trova sotto un albero molto alto, più grande di lei, che può scalare per raggiungere la luce del sole. Il problema è che non ci sono alberi più alti all'interno della casa, quindi fai attenzione alla luce. 

Ritornando alle basi: la cura di base della Monstera

Proprio come si deve imparare a camminare prima di poter correre, vale la pena dare un'occhiata alle basi della cura della costola di Adamo prima di entrare nello specifico. Fornire le giuste condizioni minime di vita è sempre il primo passo per rendere le tue piante felici. 

  • Annaffiatura 

La Monstera non ha bisogno di troppa acqua. In effetti, annaffiare troppo è controproducente. È meglio annaffiare una volta alla settimana durante la stagione calda e ogni 2 settimane durante l'inverno. In ogni caso, controlla il substrato prima di annaffiare. Deve essere completamente asciutto, almeno nei primi 2 cm. In caso di dubbio, è meglio lasciar passare un giorno. Questa pianta sopporta molto bene la siccità ma non l'umidità eccessiva. 

  • Temperatura  

Questa è una pianta tropicale che preferisce le temperature calde. Sarà molto felice se riuscirai a mantenerla tra i 18 e i 27° C. Se si trova in un clima più freddo, crescerà lentamente e poco e se raggiunge i 10°C, smetterà di crescere del tutto. Per questo motivo, se si vive in un luogo con forti inverni, l'idea è di tenere la pianta in casa durante questa stagione. 

  • Ubicazione  

La costola di Adamo richiede molta luce, ma indirettamente. Ricorda che è una pianta delle foreste tropicali, dove vive al riparo degli alberi più alti. La luce diretta del sole può bruciare le sue foglie e deteriorare la salute generale della pianta, quindi dovrebbe stare sempre in ombra o semi-ombra. Tuttavia, se non riceve abbastanza luce non svilupperà i suoi fori e tenderà a cercare l'ombra (il fototropismo negativo di cui abbiamo parlato) e morirà. 

  • Umidità 

Questa lussureggiante pianta tropicale richiede un ambiente di umidità medio-alta per crescere e prosperare. Se la tua pianta è in casa e l'ambiente è secco, a causa del riscaldamento o dell'aria condizionata, è essenziale procurarsi un nebulizzatore d'acqua e usarlo regolarmente. 

  • Substrato  

La Monstera è una pianta super versatile e rilassata con il suo substrato, non richiede un PH o una composizione speciale ma è essenziale che abbia un eccellente drenaggio, perché se le radici si impregnano d'acqua, la pianta morirà. Un buon mix di substrato per le Monstere è un substrato universale, torba e perlite per renderlo un po' più leggero. Non dimenticare il vecchio trucco di mettere della ghiaia o dei sassolini sul fondo del vaso per evitare l'eccesso di umidità. 

  • Fertilizzante

Si può usare un fertilizzante per piante verdi o un fertilizzante organico, ben diluito nell'acqua d'irrigazione e applicarlo ogni mese o mese e mezzo durante la loro stagione di crescita che è la primavera e l'estate. Personalmente, dato che la Monstera non è una pianta da fiore o che richiede una nutrizione costante e particolare, preferisco usare un fertilizzante a rilascio prolungato sotto forma di bastoncini che vengono posti nel substrato e che si dissolvono poco a poco con le annaffiature. In ogni caso, leggi e segui le istruzioni del produttore. 

Potatura

Mi piacciono le mie Monstere libere, selvagge e felici di crescere come vogliono, ma se senti di doverle mettere un po' in ordine perché sono cresciute in modo selvaggio e folle, allora non aver paura di tagliarle un po'. Preferibilmente si dovrebbe potare in primavera e si possono anche utilizzare gli steli che si sono tagliati per riprodurla e approfittarne per rimuovere le foglie appassite o deteriorate. 

Trucchi per mantenere la tua Costola d'Adamo felice
  • La monstera ha bisogno di molto spazio per crescere. Dimenticati di metterla in una piccola fioriera o su uno stretto scaffale in una libreria; devi dargli molta luce e spazio in modo che si senta a suo agio e cominci a espandersi.
  • Se vedi che la pianta è un po' rada vicino alle radici, questo succede di solito quando inizia ad allungarsi. Per prevenire questo problema, taglia uno dei nuovi germogli, radice e tutto, e inseriscila di nuovo alla base del vaso.
  • Se la tua pianta sembra grande e bella, ma cadente e triste, potrebbe essere perché ha bisogno di tutori o spazi per arrampicarsi. Si possono mettere delle aste di legno, dei supporti, o anche posizionarla sotto altre piante in modo che possa arrampicarsi felicemente.
  • Pulire le foglie. È necessario rimuovere la polvere e i residui di terra dalla superficie delle foglie in modo che possano continuare ad effettuare la fotosintesi e crescere. Si può usare un panno umido o delle miscele speciali per la pulizia delle foglie. Alcune persone utilizzano una goccia di olio d'oliva su un panno per dargli un po' di lucentezza e anche l'aceto diluito in acqua.
  • Mantieni sempre umido il tutore della tua pianta, perché questo aiuta le radici aeree della costola di Adamo a salire più facilmente dato che cercherà naturalmente l'umidità. I tutori rivestiti di fibra di cocco sono ottimi perché possono essere inumiditi e la pianta si arrampicherà facilmente. Non preoccuparti se non ti piace il suo aspetto, perché la Monstera lo coprirà in un attimo.
  • Alcuni consigliano di tagliare le radici aeree che sporgono dalla pianta; evita di farlo perché così facendo danneggeresti lo sviluppo della tua pianta. È meglio guidarle verso l'alto, verso il tutore o verso il substrato in modo che continuino a crescere.
  • Trapianta la tua monstera ogni volta che ne senti il bisogno, quando vedi che il peso della pianta è troppo per il vaso o che le radici cominciano ad emergere sopra il substrato e sotto il vaso. L'ideale è farlo in primavera e spostarla in un vaso che sia almeno il 20% più grande del precedente. Non esagerare, perché se il vaso è troppo grande l'umidità può influenzare le radici e uccidere la pianta.
  • Se vuoi riprodurre la tua monstera non è necessario tagliare steli troppo lunghi per fare delle talee. Cerca i rami che hanno almeno una foglia, uno stelo e una radice aerea. Puoi metterlo in acqua, così le radici si svilupperanno meglio e puoi piantarlo in un vaso.
  • È una pianta poco esigente in termini di nutrizione del substrato, ma questo non significa che debba essere dimenticata. Durante la stagione di crescita (primavera ed estate) si può concimare ogni 2 settimane con un fertilizzante liquido, possibilmente organico.
  • Se la tua pianta pur essendo in casa ha  un problema di parassiti, è possibile che li prenda dall'esterno quando la porti fuori per farla bagnare dall'acqua piovana. Inoltre, questo può produrre uno shock termico nella pianta. È meglio mettere un contenitore all'esterno per raccogliere l'acqua piovana e poi usarla per innaffiare.
  • Se le foglie della tua pianta hanno macchie bianche e non è variegata, è perché l'acqua che usi per innaffiarla è un po' dura. La soluzione è semplice: riempi l'annaffiatoio con acqua del rubinetto ma lascialo riposare per almeno 24 ore prima di annaffiare o vaporizzare.
  • Se le foglie della costola di Adamo sono troppo gialle, il problema è che ha troppa luce diretta. Spostala in un luogo più protetto, ma non esagerare con l'oscurità. Ricordate il fototropismo negativo. 
  • Il substrato per le monstere non deve essere duro e compatto, ma friabile e arioso, in modo che le radici possano prendere ossigeno. 
  • Se le foglie della tua Monstera non hanno buchi, dovresti spostarla in un posto dove riceva una luce migliore, perché questo è un sintomo di mancanza di luce. Se il problema è che non c'è nessun posto in casa tua dove ci sia una buona luce, prendi una lampada UV. Tutte le tue piante la gradiranno e la tua Monstera sarà radiosa.
Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Ame Rodríguez

Dedicato alla creazione di un esercito di cactus, piante grasse, barboncini e gatti per aiutarmi a conquistare il mondo. In quel poco tempo libero che ho suono, scrivo e ballo.

Ricevi la tua pianta a domicilio 🕊

5€ di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..