Non le lasciare morire di sete: quando innaffiare le tue piante

Per i principianti, uno degli aspetti più difficili della cura delle piante è proprio sapere quando innaffiare. È molto comune lasciarle morire di sete o, peggio ancora, aver paura di lasciarle seccare ed innaffiarle eccessivamente, facendo marcire le radici. Anche se non esiste una regola universale per innaffiare le piante, ci sono alcune regole d'oro che puoi seguire pur rispettando le particolarità della tua pianta (posizione, tipo di pianta, clima, substrato, ecc...)

L'importanza dell'innaffiatura adeguata

  • L'acqua non solo è necessaria alla pianta per sintetizzare il proprio cibo, ma fornisce anche un supporto strutturale, regola la temperatura e dissolve i minerali del terreno in modo che possano nutrire tutta la pianta. 
  • Le cellule delle piante possono essere paragonate ad un palloncino che utilizza l'acqua per mantenersi gonfio. Per questo motivo, quando la pianta è adeguatamente idratata, si sostiene dritta e stabile. Quando manca l'acqua, la pianta appare un po' giù di morale, con le foglie rivolte verso il basso.
  • Quando innaffi la tua pianta, si innesca un processo chiamato traspirazione, in cui l'acqua evapora dalle foglie attraverso i pori, chiamati stomi. L'acqua viene solitamente prelevata dalle radici, ma in sua assenza sarà prelevata dalle foglie. Per questo motivo, le foglie sono di solito le prime ad essere colpite quando la pianta non è innaffiata a sufficenza. Si afflosciano, si seccano e cadono, se non vengono nutrite. 

Irrigazione 101: le basi

- È meglio che alla tua pianta soffra di mancanza d'acqua piuttosto che di abbondanza. Ci spieghiamo meglio: è meno grave dimenticare - qualche volta - di innaffiarla che innaffiarla in eccesso. L'acqua in esubero può concentrarsi nel substrato creando un livello d'umidità superioriore a quello richiesto dalla pianta che porterezze a far marcire le radici. Se ciò accade, è irreversibile.

- Un'irrigazione troppo scarsa sarà superficiale e non raggiungerà le radici. Quando innaffi le tue piante, cerca di usare acqua a sufficienza. Il substrato deve rimanere umido, anche all'interno del vaso.  

- È preferibile innaffiare la mattina presto o nel tardo pomeriggio. In questo modo evitiamo che le ore più calde della giornata facciano evaporare l'acqua troppo rapidamente, proteggendo le foglie dalle bruciature e lasciando alla pianta il tempo sufficiente per assorbire l'umidità. Inoltre, risparmierai acqua perché ridurremo gli intervalli di innaffiatura. 

- Se la terra è troppo secca, l'acqua uscirà immediatamente dai fori di drenaggio e non raggiungerà le radici. In questo caso, bisogna iniziare ad innaffiare lentamente e in piccole quantità. Quest'operazione aiuterà il substrato ad inumidirsi in modo adeguato. 

- Evita che l'acqua cada sulle foglie e sui fiori delle piante. Non tutte le piante tollerano bene l'umidità sulle foglie, alcune si bruciano, si scoloriscono e possono anche sviluppare malattie fungine.

Se non ti è chiaro come curare la pianta secondo la sua specie, puoi seguire la regola di base: innaffia solo quando il substrato si sta asciugando. Tocca la terra con le dita, affondale di qualche centimetro e controlla i livelli di umidità.

 

Innaffiatura delle piante più popolari

- Il Potho è una pianta molto resistente, è diventata una delle preferite della nostra generazione, soprattutto perché è molto facile da curare. Anche se possono resistere a diverse condizioni di umidità, è meglio lasciare asciugare la terra tra un'innaffiatura e l'altra, poiché l'eccesso d'acqua farà ingiallire le foglie. Un trucco per renderla ancora più bella: vaporizza le sue foglie con acqua tiepida con l'aiuto di un nebulizzatore.

- La pianta Zamioculca o ZZ preferisce terreni piuttosto asciutti e ben drenati e può resistere molto bene alla siccità, poiché immagazzina umidità nelle foglie e negli steli. Non tollera l'acqua in eccesso, quindi bisogna fare attenzione che le sue foglie non diventino gialle. 

- La Pilea Peperomioides o Pianta da Soldi Cinese è molto popolare in quanto si racconta che attiri la buona sorte. L'irrigazione deve essere frequente, perché vive meglio in terreni umidi. Assicurati che il substrato non si asciughi mai troppo. Puoi integrare la cura della pianta delle monete cinesi con una vaporizzazione  d'acqua sulle foglie.

- Il Tronchetto della Felicità è una pianta della famiglia delle Dracene che richiede una moderata o sporadica innaffiatura. Prova ad innaffiarlo solo quando la parte superiore del substrato sembra quasi completamente asciutta, per evitare che le radici marciscano. Soddisfa le sue esigenze d'umidità ambientale vaporizzandolo solo un paio di volte alla settimana.

- Il Croton è una pianta d'appartamento che ama l'umidità, quindi devi vaporizzarlo spesso con acqua. Anche se può sembrare contraddittorio, le sue radici sono suscettibili ai ristagni d'acqua, quindi è conveniente innaffiarlo solo quando la terra comincia ad asciugarsi.

- La Monstera Deliziosa o Costola di Adamo è una pianta tropicale che richiede un'innaffiatura moderata. Aspetta che il substrato si asciughi prima di innaffiare. In estate puoi vaporizzare le sue foglie affinché siano sempre splendenti.

- I vari tipi di Succulente e Cactus preferiscono terreni asciutti con un buon drenaggio. Innaffia quando noti il substrato troppo secco o la pianta un po' stanca. 

La frequenza di innaffiatura delle piante è determinata da molti fattori, è necessario imparare ad osservare per poter scoprire quando è il momento giusto per innaffiare. In alcuni casi si può capire semplicemente sollevando il vaso e verificandone il peso. È una questione di tempo e di pazienza, ma riuscirai a capire di cosa ha bisogno la tua pianta. 

Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Ame Rodríguez

Dedicato alla creazione di un esercito di cactus, piante grasse, barboncini e gatti per aiutarmi a conquistare il mondo. In quel poco tempo libero che ho suono, scrivo e ballo.

10% di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..