Piante che assorbono le radiazioni elettromagnetiche, mito o realtà?

Negli anni '80, i personal computer cominciarono a diventare popolari nelle case quando cominciò a diffondersi la convinzione che una particolare specie di cactus (il cereus peruvianus o cactus candelabro) fosse in grado di assorbire la radiazione elettromagnetica dai monitor dei computer. Le vendite di questa pianta crebbero a livelli esponenziali e ancora oggi è possibile trovare il "cactus per computer" in molti negozi. Ma quanto sono vere queste affermazioni? I cactus sono in grado di assorbire le radiazioni? 

  • L'origine del mito

Blanche Merz fonda l'Institut de Recherches en Géobiologie in Svizzera. Questo istituto si occupava della pubblicazione dei libri di Blanche sulle pseudoscienze come l'omeopatia e fenomeni come i cerchi nel grano o agroglifi e altri. A metà degli anni '80, i cosiddetti ricercatori di questo istituto hanno riportato lo studio di impiegati che soffrivano di mal di testa e altri sintomi fisici, che miglioravano in seguito alla collocazione di un cactus accanto al monitor. 

Non c'è alcuno studio scientifico che provi questa affermazione. Lo studio dell'istituto non è stato mai presentato. Blanche Merz ha commentato l'efficacia del cactus per assorbire le radiazioni elettromagnetiche nelle conferenze che ha tenuto e così il mito ha cominciato a diffondersi. Infatti, è stata lei a dire che le radiazioni elettromagnetiche producono alterazioni cellulari, causando sintomi come disturbi del sonno, disturbi digestivi, stanchezza, malattie cardiache e cancro. 

  • Capire le radiazioni elettromagnetiche

Il principio del mito del cactus che assorbe le radiazioni si basa sul fatto che le radiazioni sono negative, ma non è sempre così. La radiazione elettromagnetica è un campo elettromagnetico che varia e si propaga nello spazio, trasportando energia. Ci sono molti, molti tipi di radiazioni elettromagnetiche, dalle onde radio, microonde, infrarossi, ultravioletti, raggi X e luce visibile. Infatti, se cammini per strada e il sole ti illumina, stai assorbendo energia elettromagnetica.

Lo spettro elettromagnetico è molto ampio e non tutto ha un impatto negativo sulla salute. Le onde radio sono benigne, mentre l'eccessiva esposizione alle radiazioni ultraviolette (dal sole) può causare il cancro alla pelle. Affinché le radiazioni abbiano qualche effetto, bisogna sempre superare una soglia di esposizione sicura. Finché questo non accade, non ci saranno conseguenze dannose. È per questo che possiamo esporci ai raggi X, per esempio, senza alcun rischio.

In una casa siamo esposti a onde radio, telefono cellulare, televisione ed elettricità; ma tutto questo avviene a livelli del tutto innocui. Sono stati fatti studi scientifici (e reali) che dimostrano che l'esposizione a questi livelli di radiazioni non è collegata a nessun problema di salute.  

  • Cactus assorbenti e altre falsità

Non esiste nessun organismo vivente che sia in grado di attirare le radiazioni elettromagnetiche, assorbirle selettivamente e trasmutarle in energia positiva. Infatti, se il cactus candelabro fosse in grado di agire come una spugna di radiazioni, allora assorbirebbe l'intero spettro, compresa la luce visibile; quindi abbasserebbe l'intensità dell'illuminazione nella stanza in cui si trova. Inoltre, non saresti in grado di vedere il monitor del computer. 

Ci sono organismi che sono molto resistenti alle radiazioni; non sono indistruttibili perché assorbono le radiazioni o le fanno rimbalzare ma perché, pur essendo molto colpiti da queste, hanno una grande capacità di ripararsi. Quasi tutti questi organismi resistenti sono di solito batteri; ci sono anche insetti, come le mosche della frutta, ma il cactus candelabro non è uno di questi. 

  • La verità sui cactus a candelabro

Non lasciarti ingannare, né il tuo computer sta cercando di ucciderti con le radiazioni né il tuo cactus sta sfidando le leggi della fisica con i suoi superpoteri. Puoi tenere un cactus sulla tua scrivania, vicino al tuo computer, in bagno, nella tua stanza e ovunque tu voglia, non perché serva da amuleto di protezione contro le energie cosmiche dannose, ma perché sono piante affascinanti, belle, molto decorative e facili da curare. Inoltre, gli effetti positivi sulla salute mentale della coltivazione di piante in casa e in ufficio sono ben noti.

Una delle peculiarità del cereus peruvianus è che può raggiungere fino a 15 metri di altezza se piantato direttamente nel terreno e nelle giuste condizioni. Può fiorire in estate, ha bellissimi fiori bianchi a forma di stella, quindi è ampiamente utilizzato nella paesaggistica orientata alle xerofite.

Disponendo di un substrato adatto, con un buon drenaggio, questa pianta sarà molto facile da curare. La frequenza delle annaffiature è minima, è molto resistente alla siccità e all'esposizione diretta al sole. I cactus più giovani beneficeranno della penombra, ma man mano che invecchiano preferiranno posti più luminosi. Se soddisfi queste condizioni, il cactus candelabro ti ricompenserà con le sue belle forme e fiori.

Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Ame Rodríguez

Dedicato alla creazione di un esercito di cactus, piante grasse, barboncini e gatti per aiutarmi a conquistare il mondo. In quel poco tempo libero che ho suono, scrivo e ballo.

Ricevi la tua pianta a domicilio 🕊

5€ di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..