Cactus da interni e poca luce

La bellezza unica dei cactus ci affascina da tempo. Se aggiungi a questo il fatto che sono una delle piante più facili da curare, capirai perché hanno guadagnato così tanti seguaci. Il problema è che anche se sono così popolari, c'è molta disinformazione sulla loro cura e sui loro bisogni. Non tutti i cactus sono uguali, quindi imparerai quali richiedono poca luce e sono perfetti per vivere in casa. 

Luce o ombra? Dove metto il mio cactus?

Tutti i cactus sono originari delle Americhe, dove prosperano all'aria aperta. Abbiamo preso diverse specie e siamo riusciti ad adattarle alle particolarità del nostro clima, ma sono ancora piante che richiedono grandi quantità di luce per crescere e riprodursi. 

I cactus non possono vivere in luoghi molto bui, dove non ricevono abbastanza luce. Se si lascia una di queste piante in un luogo buio, comincia presto a eziolare. Questo significa che gli steli della pianta diventano sempre più sottili, perché si allungano alla ricerca della fonte di luce più vicina. Questa crescita deformata indebolisce la pianta e spesso non c'è altra scelta che tagliarla di nuovo per recuperarne la forma. 

Questo significa che tutti i cactus e le succulente devono essere messi in pieno sole? Beh, no. Uno degli errori più comuni quando si coltivano cactus e altre succulente è pensare che siccome sono piante del deserto devono stare sotto il sole. La verità è che queste piante resistenti hanno bisogno di molta luce, ma è più sicuro se la ricevono indirettamente, soprattutto quando sono giovani e piccole piante come quelle che compriamo per tenere in casa.

Una classificazione informale di queste piante, che potrebbe darci una rapida idea delle loro esigenze di luce, le divide in cactus del deserto e cactus tropicali o della foresta. I cactus del deserto sono quelli coperti di spine o peli e richiedono pieno sole per crescere e prosperare. Un esempio di questi sono le opuntie

D'altra parte, i cosiddetti cactus tropicali  hanno meno spine, sono originari di aree boschive e sono più tolleranti alla penombra. Tra questi cactus è possibile trovare il cosiddetto cactus di Natale o Schlumbergera truncata, che produce fiori molto vistosi. In sintesi: se ha spine, tollera meglio il sole diretto, se non ha spine o ne ha poche, può vivere un po' più all'ombra. 

Cura di cactus e succulente in casa 

Illuminazione e temperatura

Puoi tenere i tuoi cactus e le piante grasse in casa o in ufficio, purché siano vicini a una finestra dove possano ricevere molta luce solare. In estate è conveniente portarli un po' fuori per stimolare la fioritura. Ricorda che i cactus vengono da terreni caldi, quindi non amano i climi freddi. 

Se il tuo spazio non ha queste condizioni di luce, è consigliabile acquistare altre piante come zamioculcas e sansevieria, perché sono belle, resistenti, facili da curare e cresceranno magnificamente anche quando non ricevono abbondante luce solare. 

Innaffiatura

Con i cactus e le succulente, meno è meglio. Controlla sempre il substrato prima di innaffiare, infila il dito e verifica che il terreno sia asciutto. Questo perché se si annaffia troppo si corre il rischio che l'umidità rimanga nelle radici e queste marciscano. 

Puoi innaffiare ogni 2 settimane o 3 settimane, a seconda del clima e delle condizioni di umidità del luogo in cui ti trovi. Se la temperatura è inferiore a 10°C, evita di annaffiarlo. È meglio che alla tua pianta manchi l'acqua piuttosto che ne abbia troppa. 

Substrato 

Il substrato del cactus è molto importante, perché deve avere un buon drenaggio. Non dovrebbero essere piantati in terra nera, ma in una miscela speciale contenente sabbia, torba e carbone, per esempio. Ci sono molte miscele adatte che garantiscono un buon drenaggio e una buona nutrizione. 

Trapianti

La dimensione del tuo cactus è determinata dal vaso che lo contiene. Si consiglia di trapiantarlo una volta all'anno in un vaso più grande se si vuole che continui a crescere. Ricorda che è meglio comprare vasi di argilla o di ceramica, perché facilitano il drenaggio dell'acqua. Per la stessa ragione, è una buona idea mettere uno strato di ciottoli sul fondo del vaso.

I migliori cactus da interni

Ci sono centinaia di varietà di cactus che si possono tenere in casa, in molti colori e forme. Le opuntie sono molto appariscenti, con la loro forma piatta e ovale coperta di spine. Ci sono varietà come la Opuntia microdasys che hanno colori diversi. I cactus del genere Mammillaria sono sferici, coperti di spine e possono produrre fiori molto belli. 

Ma se stai cercando dei cactus per principianti che crescano bene in casa, l'aloe è fantastica. Tutti conosciamo l'aloe vera, che ha tante proprietà medicinali; ma questa è solo una specie tra centinaia. Ci sono altre aloe più piccole con colori e forme interessanti. L'Aloe Pratensis, per esempio, è originaria dell'Africa e ha una bella forma concentrica, molto selvaggia e molto facile da curare. Questa Aloe produce un bel fiore rosso o rosa. 

Se non riesci a decidere tra le varietà, lascia che gli esperti lo facciano per te. È possibile acquistare il set esagonale galleggiante, che non solo include un trio di bellissimi cactus in vasi eleganti che sono perfetti per l'interno, ma viene fornito con una mensola pronta da appendere e decorare. Riceverai delle istruzioni precise per la loro cura e potrai inserirti in questo meraviglioso mondo senza troppi problemi. Ti assicuriamo che non passerà molto tempo prima che tu cerchi un altro piccolo amico per il tuo trio di cactus.

Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Ame Rodríguez

Dedicato alla creazione di un esercito di cactus, piante grasse, barboncini e gatti per aiutarmi a conquistare il mondo. In quel poco tempo libero che ho suono, scrivo e ballo.

Ricevi la tua pianta a domicilio 🕊

5€ di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..