prendersi cura di un Poto è facile!

Oggi parleremo di quest'ultima e, più precisamente, del poto duro, senza dubbio la pianta d'appartamento per eccellenza. in questa guida troverete tutto quello che c'è da sapere sulla coltivazione della poto!

Poto: descrizione, coltivazione e cura

Il popolare "poto" è una varietà di origine tropicale che appartiene al genere scindapsus. Appartiene alla famiglia delle aracee edè originaria delle Isole Salomone. Il suo aspetto è molto suggestivo, con foglie grandi, lucide e a forma di cuore. La sua crescita è di tipo rampicante, non avendo un fusto rigido, ed è estremamente facile da mantenere.

Circa 40 specie appartengono alla famiglia delle Araceae. Le più comuni per la coltivazione domestica sono l'aureus (con foglie enormi e variegate) e il pictus (con superfici meno profonde e più piccole e piccole macchie bianche sulla parte superiore).

Pothos
27,00 €
Resistente e per principianti
Acquista
Costola di Adamo
49,00 € 39,20 €
Si adatta a qualsiasi ambiente
Acquista

Come coltivare il Poto

La cura e la manutenzione sono molto semplici, poiché si tratta di una pianta molto resistente e longeva. I fusti serpeggianti possono raggiungere diversi metri di lunghezza.

Quando la si coltiva per uso domestico, può essere utilizzata come pianta rampicante o pendente, lasciata crescere liberamente o indirizzata verso la forma desiderata con l'aiuto di una sorta di guida o tutore.

  • Luce

Gli ambienti luminosi saranno senza dubbio i più grandi alleati del poto. La mancanza di luce ostacola la comparsa delle piccole macchioline bianche che caratterizzano la sua superficie. Tuttavia, è bene evitare la luce diretta del sole, che può bruciare le foglie.

  • Irrigazione

Durante il periodo più caldo dell'anno (primavera ed estate), annaffiare moderatamente, lasciando asciugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra. Non annaffiare eccessivamente, perché questa pianta è più tollerante alla siccità relativa che ai ristagni d'acqua. Un'irrigazione eccessiva provoca la clorosi, una malattia che a sua volta provoca la caduta delle foglie. In autunno e in inverno, continuate con lo stesso schema, ma con periodi di irrigazione più distanziati.

Costola di Adamo
49,00 € 39,20 €
Si adatta a qualsiasi ambiente
Acquista
Innaffiatoio in Acciaio
19,00 €
Irrigazione di precisione
Acquista

con quale frequenza devo annaffiare? La frequenza e la quantità di acqua dipendono dalle dimensioni e dalle caratteristiche del vaso. Poiché ogni pianta è diversa dall'altra, le giuste proporzioni d'acqua si scopriranno in base alla propria esperienza.

Anche l'umidità è una grande amica di questa pianta. Se inumidite le sue foglie con l'aiuto di un piccolo spruzzatore, ve ne sarà molto grato.
  • Temperatura

Una delle caratteristiche principali del poto è la sua grande adattabilità, anche se, dovendo scegliere, preferisce ambienti piuttosto caldi. La temperatura ottimale è compresa tra 10 e 30 gradi Celsius. D'altra parte, le basse temperature e l'aria fredda sono considerate la sua nemesi. Può tollerare gelate fino a 5 gradi, anche se non deve essere costantemente esposta a queste temperature o finirà per soccombere.

  • Suolo

La poto non è affatto esigente riguardo al tipo di terreno in cui cresce. Idealmente, il substrato dovrebbe essere costituito da una miscela acida con una porzione di sabbia fine per ogni due di torba. Può essere adatto anche un miscuglio di sabbia fine, compost e torba nella stessa proporzione. Si consiglia di utilizzare un terriccio piuttosto che la plastica, in modo che possa respirare. In generale, è sufficiente un terreno neutro e ben drenato.

Costola di Adamo
49,00 € 39,20 €
Si adatta a qualsiasi ambiente
Acquista
Substrato
14,00 €
Perfetto per qualsiasi pianta
Acquista

Assistenza generale

  • Fertilizzanti e concimi

È sufficiente diluire un fertilizzante liquido nell'acqua di irrigazione una volta al mese. Per questo tipo di pianta è consigliabile utilizzare fertilizzanti ad alto contenuto di azoto.

Costola di Adamo
49,00 € 39,20 €
Si adatta a qualsiasi ambiente
Acquista
Concime Nitroflower 750gr
14,00 €
Fertilizzante a lento rilascio
Acquista

  • Trapianto

Si consiglia il trapianto ogni primavera. Le dimensioni del vaso dipendono dal fatto che si voglia favorire una crescita alta o rampicante. Più grande è il vaso, più quest'ultimo sarà favorito. Questo processo avviene di solito quando la quantità di terreno inizia a scarseggiare per la crescita delle radici.

  • Parassiti

Questa pianta tende a essere attaccata da acari o ragnetti, che causano l'antiestetico ingiallimento della superficie delle foglie e possono addirittura provocarne la caduta. Per debellare il problema, si raccomanda di aumentare il numero e la frequenza delle irrorazioni, poiché la secchezza facilita lo sviluppo dei parassiti. La pulizia manuale può essere effettuata anche con un pezzo di cotone idrofilo imbevuto di alcol metilico. Solo in caso di forte infezione è necessario ricorrere a sostanze chimiche.

  • Potatura

Questo tipo di pianta di solito non viene potata. In ogni caso, le foglie che si seccano con il tempo vengono rimosse per evitare la comparsa di parassiti e malattie.

Se vogliamo trasformare il nostro poto in una pianta più densa e cespugliosa, è consigliabile rimuovere i piccoli germogli per favorire lo sviluppo di nuovi rami. La potatura deve essere effettuata in primavera.

Moltiplicazione del Poto

È possibile moltiplicare il poto per talea o dividendo la pianta.

  • Per talea nel terreno

Il processo si svolge all'inizio della primavera.

Tagliare i pezzi alle estremità e rimuovere le foglie più vicine alla base.

Piantate la talea nel terreno e copritela fino alla prima foglia.

Coprite il vaso con un involucro di plastica per ottenere le condizioni di temperatura e umidità ottimali per favorire la radicazione (togliete l'involucro di plastica per un breve periodo ogni giorno per evitare la condensa e l'eccesso di temperatura).

Una volta radicato, trattate il nuovo elemento come una qualsiasi pianta adulta.

  • Per talea in acqua

questo tipo di propagazione è semplice come mettere un pezzo di pianta in un contenitore d'acqua e aspettare che la radice appaia!

  • Per divisione

Tutto quello che dovete fare è dividere un pezzo di pianta con i relativi fusti e radici e trapiantarlo in un nuovo vaso con il substrato adatto.

Come potete vedere, prendersi cura di una poto è così facile che non avrete problemi a mantenerla sana e bella, anche se avete poche o nessuna conoscenza della cura delle piante.

chi ha detto che è difficile mantenere una pianta verde e rigogliosa senza passare ore e ore a curarla? grazie al poto, è possibile farlo senza sforzo!
Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Yvonne Briones

C'è qualcosa che le piante e la creazione di contenuti hanno in comune: la geometria naturale. Amo creare contenuti visivi e gestire le campagne Be.Green.

5€ di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..