Come si riproducono le piante?

Le piante, in quanto esseri viventi, si riproducono per perpetuare la specie. Ma la capacità di moltiplicarsi non è solo necessaria per la sopravvivenza del mondo vegetale. Anche gli animali e gli esseri umani traggono beneficio della grande quantità di ossigeno che otteniamo da questo processo!

Come si riproducono le piante? 

Ci sono più di 300.000 specie di piante, che possiamo classificare, in modo generale, in due categorie principali:

  1. Piante con fiore: Femmine (gimnosperme) o Maschi (angiosperme).
  2. Piante senza fiori:  Briofite (muschi) e Pteridofite (felci).

Le piante senza fiori sono caratterizzate dal loro peculiare modo di riprodursi. Non avendo organi riproduttivi, non possono produrre frutti o semi, quindi si moltiplicano per spore. Le spore sono in grado di creare nuove piante attraverso la divisione cellulare. Le spore si trovano sul retro delle foglie e, una volta mature, cadono a terra. Se le condizioni sono favorevoli, germinerà una nuova pianta con le stesse caratteristiche genetiche della pianta madre.

Tra le piante senza fiore ci sono le felci che, grazie alla loro vistosità e adattabilità, sono diventate una tra le specie più popolari per decorare gli spazi interni. La loro frondosità, bellezza e resistenza sono perfette per creare ambienti rilassati, freschi e naturali.

Tipi di riproduzione

Non tutte le specie si riproducono allo stesso modo, anche se possiamo dividerle in due grandi gruppi: quelle che si riproducono sessualmente e quelle che si riproducono in modo asessuato:

1. Riproduzione sessuale

La riproduzione sessuale è quella in cui l'unione del materiale genetico maschile e femminile dà origine a un nuovo essere. Nelle piante è il metodo di riproduzione più comune. 

Quasi tutte le piante che si moltiplicano sessualmente, fioriscono e danno semi. All'interno dell'ovaio dei fiori ci sono cellule maschili e femminili chiamate gametofiti.

Il processo di riproduzione si innesca quando la pianta viene impollinata. L'impollinazione avviene quando insetti o piccoli animali volanti come colibrì, api o mosche trasportano il polline da una pianta all'altra. 

La riproduzione sessuale avviene quando il polline di un fiore con gamete maschile si deposita su un fiore con gamete femminile. Il polline comincerà a germinare e darà origine a un nuovo fiore che, a sua volta, produrrà semi e così via.

La riproduzione sessuale può essere di due tipi:

2. Autogamia

In questo caso, la pianta stessa produce i gameti maschili e femminili. Questa forma di riproduzione, molto comune, per esempio, su isole o luoghi erbosi, permette di mantenere intatte le caratteristiche genetiche della sua specie, aspetto essenziale affinché la pianta possa sopravvivere e adattarsi a un determinato ambiente. 

In questo caso, la riproduzione avviene grazie all'unione di cellule sessuali chiamate gameti. Una volta avvenuta la fecondazione, dalla fusione di queste cellule nascerà una nuova pianta.

3. Allogamia

Si parla di allogamia quando l'impollinazione e la fecondazione avvengono tra piante di specie diverse. Questo fa sì che il codice genetico di entrambi si mescoli, dando origine a nuove specie. Al giorno d'oggi è molto comune che i vivai utilizzino questa forma di riproduzione per creare nuove varietà.

4. Riproduzione asessuata

Si parla di riproduzione asessuata quando dalla cellula di una pianta si crea un'altra cellula identica, grazie al procedimento della mitosi.  La riproduzione asessuata avviene di solito nelle piante non vascolari, cioè in quelle che non hanno radici, fusti o vasi che conducono la linfa. 

Ci sono molte piante che possono moltiplicarsi asessualmente con uno qualsiasi di questi 4 processi:

  1. Mitospore

La pianta crea le spore per divisione cellulare (mitosi). È la forma abituale di riproduzione di funghi e felci.

  1. Riproduzione vegetativa

In questo caso, la pianta si moltiplica da un frammento della pianta. Questo tipo di riproduzione è molto usato in floricoltura e nel giardinaggio per ottenere un maggior numero di unità di una certa specie. La riproduzione vegetativa può essere effettuata in diversi modi: per innesto, tagliando un pezzo di fusto, dividendo la radice, ecc. 

  1. Apomixis

Alcune piante hanno ovuli diploidi, che hanno la proprietà di produrre semi senza bisogno di essere fecondati. Ciò significa che le piante nate con questo sistema sono identiche al loro progenitore.

  1. Propaguli

Sono parti della pianta che, se separate da essa, possono creare un'altra pianta identica all'originale. I propaguli possono essere formati da multicellule (gemme, semi, tuberi, ecc.) o da una sola cellula, come nel caso delle spore.

Requisiti essenziali per la riproduzione ottimale delle piante

I tre elementi essenziali di cui le piante hanno bisogno per vivere sono: carbonio, ossigeno e idrogeno. Inoltre, hanno bisogno di essere nutriti con minerali e nutrienti che, nel loro habitat naturale, ottengono direttamente dal suolo. 

Nelle piante da interno, questi nutrienti essenziali (potassio, calcio, magnesio, ferro, rame, zinco o cloro, tra gli altri), dovrebbero essere apportati periodicamente sotto forma di fertilizzante, in modo che le nostre piante crescano in condizioni ottimali.  

Il momento migliore per propagare le tue piante d'appartamento è l'inizio della primavera. Pianta i tuoi bulbi, tuberi, talee o radici per goderti nuove piante piene di vita e colore!

Importanza della riproduzione delle piante

Di solito consideriamo che le piante, per la bellezza e vistosità delle loro foglie e dei loro fiori, hanno una funzione puramente decorativa. Tuttavia, niente potrebbe essere più lontano dalla verità, poiché la loro esistenza è vitale sia per gli animali che per le persone per ottenere cibo e respirare.

In casa, le piante sono vere e proprie fabbriche di ossigeno naturale, capaci di purificare e regolare l'umidità della stanza. Ecco perché capire il loro sistema riproduttivo e applicarlo alle nostre piante da interno è un vantaggio in più per tutti! 

Sensibilizzare fin da piccoli sull'importanza della coltivazione, del mantenimento e della propagazione delle piante è fondamentale per preservare l'equilibrio ambientale e la nostra stessa sopravvivenza come specie. Quanta più vegetazione ci circonda, migliore è l'aria che respiriamo!

Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Ame Rodríguez

Dedicato alla creazione di un esercito di cactus, piante grasse, barboncini e gatti per aiutarmi a conquistare il mondo. In quel poco tempo libero che ho suono, scrivo e ballo.

Ricevi la tua pianta a domicilio 🕊

5€ di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..