Planfluencer: Alba Núñez

In questa edizione di Plantfluencers Stories parliamo con Alba, una professionista del mondo della botanica, con una vera "mano verde" e una grande comunicatrice.

Ci parli un po' di lei...

Mi chiamo Alba Núñez, sono di Zamora e ho studiato Biologia a Salamanca. Mi sono sempre sentita molto legata alla natura, anche se non ho sempre avuto piante in casa. Dopo aver terminato gli studi, mi sono separato professionalmente dal mondo delle piante per un po' di tempo. Ma è arrivato un momento in cui ho deciso di trasformare la mia passione in professione. Ed è così che è nato Verdopolis.

La cosa che mi piace di più dell'avere delle piante in casa quando si vive nel mezzo di una grande città è che si può rimanere in contatto con la natura ogni giorno.

ci può parlare del suo account Instagram? come si è avvicinato al mondo delle piante?

Ho aperto il mio account Instagram quando è nato Verdopolis, non ho un account personale. Mi è sempre piaciuta la fotografia e il mio progetto mi ha portato a scattare molte foto delle piante che ho in casa e di quelle che ho trovato durante le mie gite in campagna. Ho iniziato a pubblicarle su Instagram accompagnate da testi esplicativi e sono rimasto sorpreso dall'ottima accoglienza ricevuta dalla comunità di Instagram. Per questo mi sono impegnato molto in questo social network.

Uso questa rete anche per diffondere contenuti in modo più informale rispetto al blog. Decidere di mostrare contenuti botanici su Instagram mi ha anche aiutato a conoscere persone con le mie stesse motivazioni e con cui condivido molti interessi. Oggi è uno dei miei strumenti di lavoro più potenti.

Come curiosità, vi dirò che quando ho iniziato il mio progetto mi sono concentrato sull'orto urbano. Ma grazie a Instagram ho visto che le persone mi chiedevano anche altri tipi di piante che richiedono meno impegno delle piante commestibili. Ed è così che ho iniziato a includere le piante da interno, che attualmente stanno suscitando un grande interesse tra gli amanti delle piante.

Ora mi sto concentrando sulla creazione di contenuti per il blog, che mi permette di essere più ampio (sia nei testi che nelle foto e nei video) e quindi più preciso.

come sono entrato nel mondo delle piante? Ho sempre sentito un legame molto forte con la natura. Quando ero piccola, andavamo spesso in campagna con i miei genitori. Inoltre, una parte della mia famiglia vive in campagna e ho dei bellissimi ricordi legati all'ambiente naturale. La cosa buffa è che nella casa della mia famiglia non ci sono mai state molte piante, quindi non posso dire che il mio amore per le piante in casa sia ereditario. Ma devo dire che, da qualche tempo, ogni volta che torno a casa, i miei genitori si sono procurati una nuova pianta.

Quando sono venuta a vivere a Barcellona, una città molto più grande dei luoghi a cui ero abituata, questo bisogno di sentire la Natura vicina a me si è accentuato. Così ho deciso di vivere in un appartamento dove poter avere molte piante.

perché? Perché mi piacciono, mi danno pace e mi fanno sentire bene. Quando le piante hanno iniziato a entrare in casa mia, questa è diventata un laboratorio botanico dove ho studiato come vivevano e si evolvevano nel mio piccolo spazio cittadino. Ho iniziato a condividere su Instagram quello che stava accadendo e lo faccio ancora oggi perché l'interesse delle persone per il mondo delle piante sta crescendo.

Così mi sono avvicinato al mondo delle piante in casa e alla loro diffusione in modo molto naturale. Ho trasformato una delle mie passioni nella mia professione e sono molto felice di aver deciso di avviare la mia attività.

Tris di Piante Purificatri...
87,00 €
Tre piante purificatrici alte
Acquista
Costola di Adamo
49,00 € 39,20 €
Si adatta a qualsiasi ambiente
Acquista

come si può ottenere una bella Pilea frondosa?

La Pilea peperomioides è una pianta che trovo molto facile da curare, anche se so che alcuni la trovano molto difficile. Per ottenere una Pilea rigogliosa, il trucco consiste nel collocarla in un luogo luminoso senza luce solare diretta. Ma dove la Pilea tende a sbagliare è con l'annaffiatura, poiché ho scoperto che la maggior parte delle persone la annaffia molto più di quanto ne abbia bisogno. Una Pilea peperomioides troppo annaffiata non cresce, ingiallisce e le sue foglie cadono.

Associare più acqua a più amore è un errore, soprattutto nel caso di piante sensibili all'eccesso di acqua, come la Pilea peperomioides.

La mia prima Pilea è arrivata in casa poco più di due anni fa e l'ho posizionata sulla veranda, che è la zona della casa con più luce indiretta. Ho deciso di annaffiare poco perché avevo letto che le radici di questa pianta soffrono molto per la troppa acqua. Così, all'inizio, l'ho annaffiata solo quando ho visto che le foglie cominciavano a sembrare deboli. A poco a poco ho iniziato a prenderci la mano e ora so come interpretare quando chiede di essere annaffiato senza lasciarlo morire di sete.

Costola di Adamo
49,00 € 39,20 €
Si adatta a qualsiasi ambiente
Acquista
Pianta da Soldi Cinese
24,00 €
Attira la ricchezza!
Acquista

Durante la primavera e l'estate lo concimo con colate di vermi o sovescio. Pulisco le sue foglie in modo che respiri bene e la metto accanto ad altre piante per generare l'umidità che a loro piace tanto (soprattutto quando sono sottoposte a riscaldamento e aria condizionata)

OK, dovete scegliere una pianta al mondo, quale scegliete?

Considero la mia pianta preferita, ma non l'unica che sceglierei in tutto il mondo, l'Adiantum Capillus-Veneris, la Felce Culantrillo. Mi sembra una delicatezza fatta pianta... Quando la si guarda non si riesce a smettere di guardarla e al tatto è morbidissima e rilassante. È assolutamente bellissimo. Ma non è una pianta facile da curare e richiede dedizione e un po' di esperienza. Una delle cose che mi piacciono di più di questa felce è che la si può trovare in campagna. Avere in casa una pianta che fa parte del nostro ambiente naturale è emozionante, perché è molto più facile imitare le condizioni in cui cresce naturalmente.

Il trucco per la felce di Culantrillo è mantenere il terreno umido. Le sue fronde sono molto delicate e se il terreno si secca si può rimanere senza felce in poche ore. Tuttavia, ha anche il superpotere di risorgere dalle sue scienze come una fenice. È una pianta con un grande spirito di auto-miglioramento.

come si affrontano i parassiti?

In realtà, con pazienza. La cosa più importante per tenere lontani i parassiti è tenere sotto controllo le piante che abbiamo in casa.

Osservate bene le foglie dall'alto e dal basso per verificare la presenza di segni strani e di abitanti indesiderati.

Se si prende un parassita in tempo, di solito è facile eliminarlo, ma se è molto avanzato, a volte anche i prodotti più aggressivi non funzionano. E le nostre piante soffrono molto con questi trattamenti.

Costola di Adamo
49,00 € 39,20 €
Si adatta a qualsiasi ambiente
Acquista

qual è la vostra routine settimanale per la cura delle piante?

Ho così tante piante che è difficile darvi una routine rigorosa, ma di solito cerco di annaffiarle tutte alla stessa ora e il giorno in cui le annaffio le annaffio a fondo.

Le piante che ho in casa le innaffio di solito sotto la doccia. Eseguo una prima annaffiatura per bagnare bene il terreno e poi ripeto l'irrigazione per assicurarmi che le radici siano ben idratate. Il giorno dell'annaffiatura colgo anche l'occasione per inumidire le foglie (ad eccezione delle piante che non amano essere annaffiate)

Le piante sul terrazzo vengono innaffiate automaticamente dalla scorsa estate. Tuttavia, mi piace dedicare un giorno del fine settimana alla pulizia delle foglie con il tubo. Sono molto grati per questo, e lo sono anch'io. Quando il tempo è bello, è un piacere stare in terrazza a curarle.

è vero o è un mito che si debba annaffiare solo quando il sole tramonta?

È vero, anche quando le piante non sono esposte alla luce diretta del sole. Se innaffiamo nelle ore più calde della giornata, l'acqua che rimane in superficie evapora più facilmente e la sprechiamo. Di solito innaffio le piante sul terrazzo la sera o nel tardo pomeriggio. Inoltre, l'atmosfera delle piante appena annaffiate nelle sere d'estate è impagabile.

Costola di Adamo
49,00 € 39,20 €
Si adatta a qualsiasi ambiente
Acquista
Innaffiatoio in Acciaio
19,00 €
Irrigazione di precisione
Acquista

cosa vi ha portato ai vostri workshop?

Mi è sempre piaciuto spiegare agli altri ciò che mi appassiona e quando mi sono avvicinata professionalmente al mondo delle piante ho deciso che volevo raccontare alle persone come renderle felici.

All'inizio è stato un po' difficile per me parlare di fronte a molte persone, ma presto ho capito che mi piaceva e che ero nel mio elemento. Ora mi diverto molto durante i workshop, mi diverto molto e mi piace vedere che i partecipanti si divertono quanto me.

Il mio obiettivo principale è quello di mettere in contatto le persone con la natura attraverso i laboratori botanici, per contribuire a creare città più verdi. È vero che ciò dipende in larga misura dalle amministrazioni. Ma se rendiamo i cittadini consapevoli dell'importanza del contatto con la natura e li aiutiamo a capire le piante, renderemo le città più verdi e miglioreremo la qualità della vita

in cosa consistono i vostri workshop?

I miei workshop sono incentrati sull'insegnamento della cura delle piante di base, ma più da un punto di vista botanico che di giardinaggio. Insegno alle persone a prendersi cura delle loro piante aiutandole a comprenderle. Cerco anche di rendere il workshop un momento di connessione con la natura, in modo che le persone possano staccare dalla vita quotidiana.

Nei laboratori si scopre che la cura di alcune piante, come la pulizia delle foglie o la potatura, può essere molto rilassante. Inoltre, come ho già detto, mi piace fare esperimenti e ne faccio molti legati alla propagazione delle piante. Così i partecipanti ai miei workshop possono mettere in pratica questi esperimenti e imparare diversi modi per moltiplicare le piante che hanno in casa.

I laboratori che ho lanciato per questa stagione sono incentrati su una pianta. Si tratta di laboratori monografici in cui insegno la cura di base delle piante in base a una specie specifica. Nell'ultima abbiamo fatto pratica con la Monstera deliciosa e la prossima si concentrerà su una precisa Begonia. In vista della primavera, ho preparato diversi workshop per la stagione che sta per arrivare, ma per il momento non vi svelerò i temi?

dove tenete i vostri workshop?

Principalmente a Barcellona. Anche se a volte ho fatto dei workshop a Zamora e vorrei continuare a farli. Nei miei piani futuri c'è anche Madrid, ma il tempo lo dirà...

Seguite Alba nel suo viaggio attraverso la natura e le piante sul suo Instagram o acquistate una delle sue opere d'arte vegetali sul suo sito web.
Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Marina Delgado

Mi assicuro che tutti gli amanti delle piante siano informati. Non so esattamente cosa sia, ma c'è una pace magica che circonda il mondo delle piante che amo!

5€ di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..