Riporta in vita la tua casa con queste piante che non si rovinano

Arredare è un compito che comporta il confronto con ambienti diversi, poiché non solo deve essere creato uno spazio funzionale ed estetico, ma deve anche rispondere alle esigenze e ai gusti delle persone che lo abitano. Combinare questi aspetti può essere complicato per molti e la chiave è conoscere i gusti personali e tradurli in uno stile particolare. Molti raggiungono questo equilibrio, ma sentono che a quegli spazi manca qualcosa per completarli e dargli vita. 

La risposta è semplice: hai bisogno di piante. L'aggiunta di piante all'arredamento ha il suo trucco, in quanto dovrebbe completare lo stile senza essere invasivo o sembrare fuori luogo. Non preoccuparti, abbiamo preparato un elenco di piante che non deludono mai: facili da curare e che si adattano a tutti gli stili. 

Le piante che tutti dovrebbero avere

Sansevieria

La Sansevieria o Pianta del Serpente è una di quelle piante popolari che tutti dovrebbero avere. Prima di tutto, ha una forma adorabile e colori vivaci. È perfetta negli interni con design più moderni e contemporanei, ma sta anche bene con quelli più classici. Il suo segreto? Le linee rette e pulite delle sue foglie si abbinano bene con qualsiasi tipo di vaso e si adatteranno al tuo arredamento.

Un altro aspetto meraviglioso della Sansevieria è che è praticamente indistruttibile. I requisiti di substrato e luce sono minimi e puoi davvero metterla dove vuoi perché può prosperare con qualsiasi condizione di luce, richiede anche poca acqua quindi dovresti lasciare asciugare completamente il substrato prima di annaffiarla di nuovo. 

La costola di Adamo 

Se controlli i tuoi social network ti assicuro che in almeno una fotografia potrai identificare una Costola di Adamo o una Monstera Deliciosa. Henri Matisse, il pittore, adorava questa pianta ed è possibile trovarla in molte delle sue opere. Quasi nessuno può resistere al fascino tropicale e all'esuberanza della Monstera. 

La cura delle Monstera è molto più semplice di quanto si pensi perché, sebbene necessitino di molta luce indiretta, non è impegnativa in termini di annaffiatura o substrato. Quindi l'unica condizione è che devi lasciare asciugare il substrato tra un'annaffiatura e l'altra per evitare problemi alle radici. Non c'è bisogno di nebulizzarla o viziarla eccessivamente, è perfetta senza chiedere molto in cambio. 

Cactus 

I cactus hanno linee geometriche molto particolari e molti hanno una natura scultorea che si adatta a qualsiasi stile decorativo che abbia un'aria contemporanea o eclettica. Per le loro dimensioni possono essere posizionati a gruppi su superfici diverse, così diventeranno centrotavola o dettagli per mensole e scaffali; sono gli alleati perfetti per quei pavimenti accoglienti dove ogni centimetro conta. 

Tutti i cactus sono molto facili da conservare. Richiedono poca annaffiatura, luce indiretta, non hanno bisogno di essere concimati frequentemente e non devono essere potati. Sono ideali per le persone che viaggiano molto, che tendono a dimenticare le loro piante o che si stanno avvicinando ora a questo mondo. Inoltre, sono molto belli in vasi decorativi che si adattano al tuo arredamento. L'unico svantaggio? Essendo così carini, facili da curare e piccoli, possono diventare una sana dipendenza. 

Dracena Lemon 

La Dracena Lemon è una di quelle piante che saranno sempre perfette in soggiorno perché fornirà altezza visiva, colore e freschezza, ma senza occupare troppo spazio fisico o visivo. Sta molto bene con le decorazioni classiche e contemporanee, soprattutto nei luoghi con soffitti alti in quanto può crescere di qualche metro con l'apposito vaso. Come se non bastasse, rientra nella categoria delle piante depurative, quindi migliorerà i livelli di umidità dell'ambiente eliminando le tossine. 

La cura della Dracena Lemon è abbastanza semplice, non è impegnativa e diventerà bella anche se non presterai troppa attenzione. Richiede una luce moderata, ma sopravvivrà all'interno con la luce artificiale. Dovresti annaffiarla circa 2 volte a settimana, mantenendo il substrato umido senza ristagni. Trarrà beneficio se la nebulizzerai con un po' d'acqua, anche se metterla insieme a piante simili ne uniformerà i livelli di umidità senza un ulteriore aiuto. 

Pothos 

Il Pothos è una di quelle piante che puoi vedere quasi ovunque, ma c'è da aspettarselo. Cresce molto facilmente, richiede pochissime cure e non è esigente per quanto riguarda l'annaffiatura. Ha foglie medie a forma di cuore che possono essere bicolore o completamente verdi e che crescono allungando i loro steli. Questo fa parte del suo fascino perché puoi lasciarla pendere da un vaso, posizionarla su una sporgenza e lasciarla scendere come una cascata o guidare i suoi steli con tutori per circondare la struttura. Le possibilità sono infinite e il tuo Pothos sarà pronto a soddisfare i tuoi desideri. Inoltre, è una potente pianta depurativa. 

La cura del Pothos è abbastanza semplice. Può vivere in condizioni con scarsa luce, anche artificiale, ma se vuoi che cresca velocemente e frondoso, dovrebbe ricevere luce naturale indirettamente. Per quanto riguarda l'annaffiatura, andrà bene una volta alla settimana e ogni 10 giorni d'inverno. Se la nebulizzi, ti ringrazierà, mentre un substrato universale (ma con un buon drenaggio) basterà per farla crescere sfarzosa e felice. 

Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Ame Rodríguez

Dedicato alla creazione di un esercito di cactus, piante grasse, barboncini e gatti per aiutarmi a conquistare il mondo. In quel poco tempo libero che ho suono, scrivo e ballo.

5€ di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..