Alberi in vaso

Ci sono molti miti nel mondo del giardinaggio e uno dei più comuni è che per far crescere gli alberi è necessario un grande giardino e molto tempo. Questo condanna tutti gli abitanti delle città ad avere solo piante di piccole e medie dimensioni, quindi non sapete quanto sono stata felice quando ho scoperto che è possibile coltivare alberi in vaso.

Se disponete di uno spazio con molta luce, come un terrazzo o un balcone, e di un vaso di buone dimensioni, avete tutto ciò che vi serve per iniziare a coltivare il vostro albero. Ombra, colore e persino frutti deliziosi sono alcuni dei benefici che si possono ottenere dal proprio albero in vaso. Sarebbe fantastico se poteste creare la vostra piccola foresta a casa. Immaginate di raccogliere limoni o mele ogni anno. Non è un sogno, è possibile avere queste e altre specie in vaso.

Consigli per piantare alberi in vaso

Scegliere il vaso giusto

Gli alberi possono essere piantati in vasi o fioriere, disponibili in un'ampia varietà di dimensioni e materiali, oltre che di forme e colori, per cui non dovreste avere problemi a trovarne uno che si adatti al vostro stile estetico; ma ci sono altre variabili da considerare. Se vivete in una regione in cui le stagioni sono piuttosto estreme e volete avere alberi che non resistono bene all'inverno, è consigliabile utilizzare vasi con supporti su ruote, in modo da poterli mettere facilmente al riparo.

Le dimensioni contano. Il vaso deve essere della dimensione giusta per l'albero durante la sua fase di crescita e deve essere scelto tenendo conto delle dimensioni finali dell'albero quando sarà maturo. Cercate un vaso che sia tanto alto quanto largo, in modo da proteggere al meglio le radici.

Bisogna anche tenere conto del peso finale del vaso, compreso il substrato e la pianta. Questa informazione è particolarmente importante se la struttura viene collocata su balconi o terrazze, dove ha una certa capacità di peso che non può essere superata. Ricordate che i vasi di terracotta sono più pesanti di quelli di plastica, ma sono più stabili in caso di vento forte e riducono la possibilità che l'albero cada a causa del vento. I vasi di terracotta richiedono anche un isolamento per l'inverno, poiché sono porosi e non immagazzinano il calore come i vasi di plastica.

Se decidete di utilizzare vasi di plastica e la regione in cui vivete è soggetta a forti venti, è consigliabile aggiungere un po' di peso in più ai vasi, utilizzando pietre o ciottoli per il fondo, che miglioreranno anche il drenaggio del substrato, evitando pozzanghere.

Utilizzare il substrato ideale

Il substrato è ancora più importante quando si coltivano alberi in vaso. Deve avere un'ossigenazione e un drenaggio sufficienti e deve essere in grado di trattenere l'umidità senza impantanarsi. Sembra complicato, ma ciò che dovete fare è conoscere la specie di albero che state piantando in un vaso e trovare un substrato in grado di fornirgli tutto ciò di cui ha bisogno.

Alcuni pensano che utilizzare il substrato preso direttamente dal giardino sia sufficiente, ma la verità è che il semplice fatto di essere in un vaso fa una grande differenza nelle condizioni, poiché non avrà la stessa capacità di drenaggio e bisogna aggiungere qualche componente extra per migliorare questa qualità. A volte è sufficiente aggiungere un po' di compost, sabbia o perlite.

Un'altra grande differenza nel piantare alberi in vaso piuttosto che in terra è che il substrato tende a seccarsi un po' più velocemente del terreno, quindi è importante essere un po' più vigili per sviluppare un preciso schema di irrigazione per la specie che si sta coltivando. È inoltre essenziale concimare con una certa frequenza, poiché gli alberi sono specie con un certo fabbisogno di sostanze nutritive, date le loro dimensioni e se producono frutti è ancora più elevato, quindi esauriscono le riserve di substrato molto rapidamente. Per questo motivo è bene aggiungere ogni anno un po' di substrato organico per integrare quello esaurito, oltre a integrare con fertilizzanti a rilascio prolungato.

Anche la temperatura è fondamentale. Un vaso di plastica può surriscaldare il substrato, uccidendo le radici. Allo stesso modo, il substrato può assorbire calore dal terreno con gli stessi risultati fatali. Anche il vento e il clima rigido dell'inverno possono influenzare la temperatura del substrato e influire sulle radici, quindi è necessario adottare misure adeguate riparando o proteggendo le piante e i loro contenitori con materiali isolanti.

Evitare la crescita eccessiva

Anche se le dimensioni dell'albero saranno contenute con le dimensioni del vaso, in alcuni casi è necessario effettuare una potatura selettiva per evitare che l'albero cresca così tanto da traboccare dal vaso e diventare troppo grande. È possibile rimuovere l'albero dal vaso, tagliare le radici sporgenti e ripiantarlo in un substrato fresco; si tratta di una tecnica simile a quella utilizzata per i bonsai, ma evitando di tagliare le radici principali. Se potete permettervelo, però, trapiantatela in un vaso più grande.

I 7 alberi in vaso più belli

Albero di ulivo

L'olivo o ulivo europeo è un classico del paesaggio mediterraneo, che ci fa pensare a grandi estensioni di coltivazione ma che può essere messo in vaso senza grandi inconvenienti. L'ulivo è una pianta abbastanza resistente e, purché abbia molto sole e un buon drenaggio, sarà un albero felice. Per quanto riguarda l'annaffiatura, varia a seconda dell'età. Un albero giovane richiede annaffiature frequenti e moderate, mentre da adulto richiede molta meno acqua. Innaffiare quando i primi centimetri del substrato sono asciutti.

Albero di Ulivo
29,00 €
Resistente e bello
Acquista
Costola di Adamo
49,00 € 39,20 €
Si adatta a qualsiasi ambiente
Acquista

È preferibile coltivare l'olivo in un vaso di terracotta, che consente la traspirazione del substrato ed evita l'accumulo di umidità. Il substrato può essere molto semplice, poiché queste piante sono abituate a terreni aridi, quindi qualcosa come la torba mescolata con un po' di ghiaia o sabbia per migliorare il drenaggio. Non è una cattiva idea aggiungere un po' di humus di lombrico per arricchirlo un po'. Non dimenticate di proteggerlo in inverno, perché non ama il gelo.

Limone

Il limone è uno degli alberi più adatti alla vita in vaso, non solo per le dimensioni delle sue radici, ma anche perché tollera molto bene la potatura. Sebbene le sue foglie e i suoi fiori abbiano un profumo squisito, non si tratta solo di un albero ornamentale, poiché produrrà frutti succosi e squisiti se curato in modo adeguato, compresa la concimazione durante la primavera e l'estate con fertilizzanti liquidi come il guano, seguendo le istruzioni del produttore.

L'albero di limone ha bisogno di un vaso tanto largo quanto profondo, per consentire una distribuzione uniforme delle radici. Preferisce substrati leggermente acidi, meglio se arricchiti con un po' di concime organico e torba, facendo sempre attenzione che il drenaggio sia efficiente. Innaffiate molto e frequentemente, ma evitate i ristagni d'acqua. Nella stagione più calda si può annaffiare ogni 2 giorni e in inverno una volta alla settimana. In ogni caso, controllate bene il substrato e aspettate che sia piuttosto asciutto prima di annaffiare.

Magnolie

La magnolia o magnolia grandflora è un albero sempreverde con belle foglie spesse di colore verde scuro e produce bellissimi fiori. Le magnolie sono bianche, enormi e producono un profumo fantastico, comparendo in primavera e all'inizio dell'estate. Si adatta molto bene a tutti i climi, anche alle regioni con inverni rigidi. Cercare sempre di mantenerlo tra -10° C e 35°C. Preferisce la penombra o il pieno sole, poiché richiede grandi quantità di luce per essere completamente felice.

Bisogna fare molta attenzione al suo substrato, che deve essere sempre sciolto, con un ottimo drenaggio per evitare problemi come funghi e soffocamento delle radici. Il substrato deve essere ricco di materia organica, per nutrire l'alberello soprattutto nei primi mesi di vita. Innaffiate generosamente, circa 3 volte a settimana o quando vedete che ne ha bisogno. In inverno è opportuno ridurre la frequenza delle annaffiature. Per quanto riguarda la concimazione, è consigliabile un fertilizzante ad alto contenuto di azoto, possibilmente con un rapporto PK 20-5-10, da applicare in primavera e in estate seguendo le istruzioni del produttore.

Susino da giardino

Il susino o prunus domestica è un bellissimo albero deciduo fruttifero che può crescere fino a 2 metri, a seconda delle dimensioni del vaso. Cresce molto bene grazie alle sue radici poco profonde, quindi richiede substrati sciolti e leggeri che non accumulino troppa umidità. Non dovete preoccuparvi troppo della temperatura, perché si tratta di un albero molto resistente che resiste anche al gelo.

Il susino ha bisogno di umidità costante, ma non di ristagni d'acqua. Non lasciate mai che il substrato si asciughi troppo e si crepi, perché ciò può essere fatale per l'albero. Innaffiate una o due volte alla settimana, concimate ogni due settimane con un fertilizzante organico o minerale, soprattutto all'inizio della primavera, per favorire lo sviluppo di fiori e frutti belli e succosi.

Camelie

Di origine asiatica, questo albero può raggiungere i 2 metri di altezza in vaso. Le sue belle foglie lucide spiccano, ma l'attrazione principale sono i suoi bellissimi fiori, profumati ed eleganti. Ama i substrati acidi e gli ambienti umidi. Se vivete nel nord della penisola, collocatela in pieno sole; se invece vi trovate in qualsiasi altra regione, posizionatela a nord o a est della vostra casa, in modo che riceva solo poche ore di sole al mattino. Dovrebbe essere in penombra, ma ricevere una buona luce.

Innaffiate abbondantemente, ma senza esagerare. Ricordate che i livelli di umidità sono molto importanti per mantenere la fioritura per tutta la stagione. Le camelie dovrebbero essere concimate da marzo a giugno con un fertilizzante ricco di azoto per favorire lo sviluppo del fogliame, mentre da luglio a settembre si dovrebbe dare la priorità ai fertilizzanti minerali con più fosforo e potassio.

Cipressi

I cipressi sono conifere gigantesche, che possono raggiungere i 30 metri di altezza se piantate in terra, anche se in vaso crescono solo fino a 2 metri. Sono longevi, possono vivere fino a 500 anni e si distinguono per la loro forma allungata. Hanno un tronco spesso, mentre la chioma è stretta e allungata. Sebbene siano molto resistenti, questi alberi sono sensibili all'eccesso di umidità: se li si annaffia troppo si possono intaccare le radici e causare marciumi fungini. È necessario fare molta attenzione alle annaffiature, che dovrebbero essere da 2 a 3 volte alla settimana in luoghi caldi e asciutti, ma senza esagerare. In effetti, questi alberi preferiscono la siccità all'irrigazione eccessiva.

I cipressi necessitano di concimazione dall'inizio della primavera all'inizio dell'autunno. Cercate concimi specializzati per conifere o passate direttamente al guano, che è fantastico per i cipressi. È importante sottolineare che i cipressi non devono essere potati se non hanno rami secchi.

Acero giapponese

L'acero giapponese è bellissimo. La sua silhouette è inconfondibile ed è una delle specie più popolari nei giardini. In Giappone sono molto apprezzati, soprattutto in autunno quando cambiano il colore delle foglie; sono infatti il simbolo della stagione. La buona notizia è che potete avere il vostro acero giapponese in vaso sul terrazzo o sul balcone.

Gli aceri richiedono un clima temperato, quindi sono perfetti per qualsiasi regione in cui le 4 stagioni sono ben differenziate. Può resistere a temperature comprese tra -15°C e 30°C. Per quanto riguarda il substrato, deve essere un po' acido perché, come le azalee, è una pianta acidofila. Deve essere poroso e sciolto, per consentire alle radici di respirare. Posizionate il vaso in penombra, poiché la luce diretta del sole brucia le foglie.

Innaffiate frequentemente in estate, ma riducete le irrigazioni quando le temperature si abbassano. Concimare in primavera e in estate con un fertilizzante per piante acidofile, come indicato dal produttore del fertilizzante. Resiste alla potatura, per cui è possibile rimuovere i rami secchi e deboli e quelli che compromettono la bella silhouette di questo albero.

Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Ame Rodríguez

Dedicato alla creazione di un esercito di cactus, piante grasse, barboncini e gatti per aiutarmi a conquistare il mondo. In quel poco tempo libero che ho suono, scrivo e ballo.

5€ di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..