Come pulire le foglie delle piante

Perché dovresti pulire le foglie delle piante?

Quando si prende un raffreddore e le vie respiratorie si congestionano, diventa molto difficile mangiare e respirare. Qualcosa di simile si verifica con la polvere che si deposita sulle foglie delle piante. La terra, la polvere e altre impurità bloccano la superficie delle foglie, che è il luogo in cui avviene la fotosintesi, riducendo così la capacità della pianta di generare le proprie sostanze nutritive. 

D'altra parte, la tua pianta è un essere vivente che ha bisogno di ossigeno per vivere. Uno spesso strato di polvere copre gli stomi, che sono le strutture attraverso le quali le piante respirano; quindi delle foglie sporche possono soffocare la povera pianta. Pertanto, la pulizia delle foglie dovrebbe essere una parte fondamentale della manutenzione ordinaria e della cura delle piante, oltre all'annaffiatura e alla concimazione. 

Ogni quanto dovresti pulire le foglie delle piante?

La frequenza della pulizia dipende in realtà dalla quantità di polvere o impurità presenti nell'ambiente. Ad esempio, se stanno facendo lavori di costruzione all'interno della tua casa o in luoghi vicini, la quantità di polvere che si accumula nell'aria sarà elevata e dovrai fare frequenti pulizie; mentre se la pianta è in uno spazio chiuso, queste saranno più distanziate. 

Il modo per sapere se la tua pianta richiede una pulizia urgente è quello di toccare le foglie. Se si sente la polvere sulla superficie della foglia quando ci si passa sopra il dito, si può lasciare un segno su di essa o c'è più polvere di quanta se ne possa togliere soffiando, è il momento di mettersi al lavoro. 

Come pulire le foglie delle piante

Se ti stai chiedendo come pulire le foglie delle piante, devi sapere che ci sono diversi metodi e questi possono essere più o meno efficaci a seconda della specie e della dimensione della pianta. La pulizia delle foglie deve essere effettuata seguendo determinati protocolli, in quanto si rischia di danneggiarle se non lo si fa in modo corretto. Alcune opzioni sono: 

  • Lavare l'intera pianta

Se possibile, puoi spostare la pianta in lavanderia o in bagno e lavarla. Utilizza acqua a temperatura ambiente, mai fredda o molto calda in quanto può danneggiare le foglie. Se è troppo sporca e la polvere è troppo appiccicosa, si possono strofinare delicatamente le foglie con una soluzione diluita di acqua saponata e poi sciacquarle sotto l'acqua corrente. Se è piccola, puoi tenerla a testa in giù e immergerla in un recipiente con acqua. Lasciala sgocciolare e asciugala prima di riportarla al suo posto. Non esporla mai al sole se inzuppata d'acqua, perché le gocce possono amplificare i raggi del sole e bruciare le foglie. 

  • Pulisci foglia per foglia

Questo è l'ideale per le piante a foglia grande e larga come la costola di Adamo, la palma di Areca, la dracena Lemon, il giglio della pace, la Maranta Tricolore e qualsiasi altra grande pianta che non si può spostare. Prendi un panno morbido o una spugna, inumidiscila con un po' d'acqua, scolala e pulisci ogni foglia delicatamente. Se la polvere è troppo appiccicosa, si può usare acqua saponata molto diluita e poi sciacquare con un altro panno. Anche in questo caso, evita di lasciare la pianta alla luce diretta del sole se è troppo bagnata. 

  • Scuoti la polvere

Se hai cactus, piante grasse come l'echeveria, piante con foglie pelose come le violette africane che non resistono all'umidità perché si rovinano, puoi usare una spazzola molto morbida per rimuovere la polvere dalle foglie. Cerca un pennello grande e lungo, è perfetto per rimuovere la polvere dai cactus senza ferirsi con le spine.

Trucchi per pulire meglio le tue piante

Le foglie grandi possono perdere un po' della loro lucentezza e diventare opache a causa della polvere. Ci sono diversi trucchi per ripristinare la lucentezza e proteggerle. Il primo è quello di passare la parte interna della buccia di una banana. Si può anche usare un panno imbevuto di un po' d'olio d'oliva. Alcuni usano un po' di birra o di latte diluito per mantenerle luminose e belle. Puoi sperimentare, ma prima di bagnare l'intera pianta prova su una foglia.

Approfitta della pulizia delle tue piante per rimuovere le foglie secche, marroni o morte. Afferra con le mani la foglia secca e se si stacca facilmente, toglila. Altrimenti usa delle forbici. Se fa resistenza usa delle forbici, perché se le tiri danneggerai la pianta. Puoi anche pulire il vaso, rimuovere la polvere ed eventuali segni lasciati dall'acqua. Sembrerà più ordinata.

È sempre consigliabile documentarsi prima di pulire le foglie delle piante, in quanto ci sono specie che non tollerano bene l'umidità sulle foglie, come le succulente. Inoltre è consigliabile farlo a fine giornata, quando i raggi del sole sono meno forti, in quanto ciò riduce il rischio di bruciare le foglie con l'acqua. Dopo aver fatto un'ottima pulizia, sarà facile trovare qualche minuto ogni settimana per effettuare questo lavoro ed evitare l'accumulo di polvere. Le tue piante ti ringrazieranno. 

Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Ame Rodríguez

Dedicato alla creazione di un esercito di cactus, piante grasse, barboncini e gatti per aiutarmi a conquistare il mondo. In quel poco tempo libero che ho suono, scrivo e ballo.

10% di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..