Perché hai bisogno di piante nella tua vita

Senza addentrarci in teorie complesse, potremmo dire che gli esseri umani tendono a circondarsi di cose per due motivi principali: bisogno e desiderio. La classificazione è abbastanza semplice e concreta: abbiamo oggetti indispensabili per poter vivere o che facilitano i processi vitali ed altri legati al piacere estetico o al semplice desiderio di possesso. Ho bisogno di avere una cucina in casa, ma non ho bisogno di quel vaso di porcellana, per quanto sia carino.  Il vaso è un capriccio di cui si può prescindere. Alcune persone mettono le piante nella categoria di quelle cose che ci piacciono ma non sono essenziali, in realtà, però, abbiamo bisogno di piante nella vita. Proprio come abbiamo bisogno di dormire e mangiare, un po' di verde è imprescindibile per il nostro benessere. 

Le piante: bisogno o capriccio? 

I bisogni umani hanno diversi spettri; non tutto ciò che è necessario ha a che vedere con la parte fisiologica dato che bisogna anche prendersi cura di aspetti non così facili da osservare: salute mentale ed emotiva. È a questo punto che le piante trascendono il ruolo di semplici ornamenti estetici per diventare strumenti essenziali per il benessere psico-emotivo. E ci sono molti studi scientifici seri a sostegno di questa affermazione. 

Tutto inizia con uno studio fatto da Charles Hall e Melinda Knuth alla Texas A&M University, che è stato pubblicato sul Journal of Environmental Horticulture nel 2011 ed è diventato molto popolare nei mass media. Questo studio si occupava di provare gli effetti positivi delle piante da interno nella gestione dell'ansia, la riduzione dello stress, il deficit di attenzione, nonché il miglioramento della memoria, la diminuzione della depressione e l'aumento della sensazione di felicità e soddisfazione. Come se non bastasse, le piante hanno anche un impatto positivo sulla produttività, la creatività, l'attenzione, l'autostima e persino la gestione dello stress post-traumatico. 

Da questo punto in poi, gli studi relativi al benessere umano e alle piante hanno continuato a moltiplicarsi e le conclusioni si possono riassumere in queste poche parole: noi umani abbiamo bisogno di piante per avere una vita molto più equilibrata e felice. Alcuni definiscono questa tendenza biofilia, il che significa che gli esseri umani hanno una tendenza innata a cercare connessioni con la natura e altre forme di vita. Infatti, questa affinità è stata sfruttata in architettura per creare spazi che cercano di imitare queste forme naturali e ridurre naturalmente lo stress, stimolare la creatività e il pensiero. Non è un pensiero strampalato, poiché è stato dimostrato che c'è una correlazione tra la risposta allo stress e la complessità dei frattali che riscontriamo in natura. 

Per godere dei benefici delle piante non è necessario avere un bosco da attraversare ogni giorno, o fuggire dalla civiltà ogni settimana, basta avere una pianta in casa o in ufficio. Ci sono studi che dicono che la risposta positiva delle piante può venire dalle piante d'appartamento, dai bouquet di fiori e persino dalle fotografie. Infatti, un esperimento ha confermato che i dipendenti di un'azienda che erano esposti a bouquet di rose nel loro ufficio avevano una migliore risposta allo stress rispetto a quelli che non avevano contatto con i fiori. 

Ragioni per avere piante nella tua vita 

Alcuni di noi si sentono attratti dalle piante quasi dall'infanzia, ma ci sono molti altri che, sebbene le considerino carine, hanno bisogno di una motivazione extra per decidere di adottare il loro primo esemplare. Questo non è da criticare, perché le piante sono esseri viventi che richiedono cura e qualche attenzione e non tutti hanno la disposizione o il tempo per farlo. Avere una pianta è una responsabilità, ma la buona notizia è che ci sono piante molto facili da curare (ce ne sono anche alcune come la Sansevieria che crescono più grandi e meglio se le trascuri un po') e i benefici reali e tangibili della cura di una pianta superano di gran lunga lo sforzo e il tempo investito in loro. 

Non esagero quando dico che quasi tutti coloro che iniziano con una pianta, è perché la ricevono in regalo o perché fanno a qualcuno il favore di prendersene cura, e finiscono per avere un angolo di giungla dentro casa. Questo può essere il tuo caso, oppure ti bastano un paio di succulente a renderti felice, ma è impossibile ignorare tutti questi benefici: 

  1. Le piante diminuiscono lo stress e l'ansia

Posso citare un sacco di studi che dimostrano che avere delle piante ti fa sentire più calmo, tranquillo e a tuo agio. Prima di tutto il colore e la forma della pianta risvegliano in noi una risposta atavica, ci calmano e ci rilassano. Le piante ci permettono di riprenderci dalla stanchezza mentale, riducono la pressione sanguigna e prendersene cura ha anche un effetto rilassante.

È interessante notare che le persone che vivono in luoghi distanti dalla natura hanno maggiori probabilità di soffrire di stress e ansia, e le aree verdi nelle zone residenziali aiutano a porre rimedio a queste situazioni. Un altro studio ha scoperto che noi donne abbiamo più probabilità di sperimentare lo stress quando siamo lontane dalla natura, quindi abbiamo ancora più bisogno di piante (prendi nota di questo dato, perché è la scusa perfetta per avere tutte le piante che vogliamo). 

  1. Le piante migliorano la concentrazione

 Le piante hanno un effetto positivo sulla capacità di concentrazione, anche nelle persone con ADHD (disturbo da deficit di attenzione). L'esposizione alla natura può anche aiutare a lavorare sulle funzioni cognitive, la memoria spaziale e l'attenzione. Una semplice passeggiata in una zona con alberi, lavorare curando le piante, o addirittura fare brevi pause per osservare le piante può aiutare a migliorare l'attenzione e la concentrazione durante il lavoro o attività noiose. 

Questi effetti positivi sono stati osservati in ambienti di lavoro e in bambini in età prescolare con diagnosi di disturbo da deficit di attenzione. Sembra incredibile, ma qualcosa di così semplice come alzare gli occhi dallo schermo del computer per guardare le tue piante può essere sufficiente per rinfrescare la mente e migliorare la tua concentrazione permettendoti di lavorare in modo più efficiente e veloce. 

  1. Le piante combattono l'inquinamento ambientale

Non è un segreto che l'inquinamento ambientale è in aumento ed è molto più evidente nelle grandi città. Non solo è qualcosa che colpisce a lungo termine, ma puoi notarne quotidianamente le conseguenze devastanti sulla tua pelle, sui capelli e sul tuo sistema respiratorio. L'inquinamento non è solo un problema esterno visto che può manifestarsi anche all'interno della tua casa con allergie improvvise, problemi respiratori, irritazione agli occhi, mal di testa fantasma e stanchezza. Questo inquinamento proviene da emissioni tossiche di materiali sintetici come benzene, toluene, formaldeide, tricloroetilene, xilene e benzene, spore di muffa e altro. Se a questo aggiungiamo che viviamo in spazi molto isolati, senza ventilazione, per migliorare l'efficienza energetica in estate o in inverno, si crea l'ambiente perfetto per ammalarsi. 

Sembra terrificante pensare che ogni giorno respiriamo un sacco di elementi che causano problemi di salute a breve e lungo termine, ma le piante sono lì per aiutarci. Ci sono piante purificatrici, capaci di assorbire ed elaborare queste sostanze nocive. Se soffri di allergie o di uno di questi sintomi sgradevoli, non esitare a mettere le mani su alcune piante purificatrici come Zamioculcas, potos o dracene. 

  1. Coltivare piante è terapeutico  

Uno studio ha scoperto che quando un gruppo di donne anziane ha partecipato a 15 sessioni di giardinaggio, hanno migliorato i loro livelli di stress, aumentato la loro massa muscolare e guadagnato più destrezza manuale rispetto al gruppo di controllo che non ha partecipato a queste attività. Ma i benefici non sono solo fisici, perché prestare attenzione ai bisogni delle piante, curarle e vederle crescere offre un senso di realizzazione e motivazione che sono necessari per il recupero da difficili processi mentali ed emotivi. 

Prendersi cura delle piante può fare miracoli per le persone che soffrono di depressione, ansia o demenza. Le piante sono esseri viventi dinamici che richiedono una certa interazione con le persone ma non troppo impegnativa (come un animale domestico, per esempio); questo ci permette di creare con loro un legame di dipendenza, di viverle come uno scopo/responsabilità abbastanza facile da gestire che può essere sufficiente a coinvolgere l'individuo nell'esperienza del momento presente. 

  1. Le piante migliorano la tua convalescenza

Una persona che ha subito un intervento chirurgico, una malattia o una lesione può beneficiarsi delle piante. Uno studio  fatto nel 2002 ha rivelato che le persone in convalescenza da diversi tipi di chirurgia che hanno avuto la possibilità di vedere le piante, hanno richiesto meno antidolorifici e analgesici di quelli che non hanno avuto accesso a loro. 

Questo può essere legato all'effetto rilassante che la natura ha sulle persone, diminuendo lo stress e migliorando la risposta immunitaria. Le piante stimolano la produzione di ormoni della felicità, ti fanno sentire più rilassato e fiducioso, così il corpo può dedicare tutte le sue risorse al recupero.

  1. Le piante migliorano l'autostima

La diminuzione dell'autostima è tipica nei bambini e negli adolescenti, ma è possibile anche negli adulti. Questa è legata a molte cause, ma avere delle piante può migliorare questo indicatore di salute mentale. Prima di tutto, coltivare una pianta può mostrare al bambino o all'adolescente la trasformazione che subisce mentre cresce, i cambiamenti e i processi coinvolti in questo fenomeno; permettendogli di stabilire un parallelismo con la sua esperienza di vita. 

D'altra parte, coltivare una pianta con successo ti permette di riporre la tua attenzione su un altro essere vivente, che risponde positivamente alla cura e all'attenzione che gli viene data. Ci offre uno scopo e una realizzazione, ma è anche un mezzo per imparare che dare è un modo di amare gli altri e se stessi. Se sei in grado di prenderti cura di una pianta, farla fiorire e tenerla in vita, stai scoprendo un nuovo talento che ti permetterà di sentirti meglio con te stesso. 

  1. Le piante stimolano la produttività 

I posti di lavoro dove ci sono elementi della natura, da una finestra che si affaccia su un ambiente naturale alle piante da interni, tendono a migliorare la produttività e l'attenzione dei dipendenti. La luce naturale e le piante sono la chiave per creare ambienti di lavoro che rilassino i lavoratori, eliminando lo stress e stimolando la creatività. Vedere le piante ti farà sentire più vivo, ti metterà di buon umore e migliorerà persino le relazioni interpersonali tra coloro che condividono lo stesso spazio. 

Avere piante in ufficio alleggerisce l'atmosfera, la rende più confortevole e accogliente, meno ostile e più rilassata. I dipendenti si sentiranno più a loro agio, invece di sentirsi come se volessero fuggire da lì non appena finisce l'orario di lavoro. Svolgere un compito quando si è felici non è la stessa cosa che farlo quando non si è dell'umore giusto.  L'equazione è molto semplice: lavorare in un posto con un ambiente positivo e sano ha un impatto positivo diretto sulla capacità delle persone di produrre.

  1. Le piante rendono più felici 

Sembra un'esagerazione, ma la verità è che interagire con la natura e le piante migliora l'umore, riduce lo stress, la rabbia e contribuisce al benessere psicologico. Migliorano anche l'autostima, ti fanno sentire produttivo e ti danno un senso di realizzazione. Tutti questi effetti positivi si riflettono immediatamente sulle emozioni e sul comportamento. 

Connettersi alla natura coltivando piante d'appartamento può sembrare, a prima vista, qualcosa di molto banale ma questi gesti, apparentemente semplici, hanno un impatto incredibile sul tuo senso generale di benessere. C'è qualcosa di meditativo nel giardinaggio, che ti permette di fermarti qualche minuto al giorno per innaffiare le piante, osservarle e curarle. Questa capacità di vivere nel momento presente, nel qui e ora, è la chiave per raggiungere una sensazione di soddisfazione personale. È in queste piccole cose che le piante ti insegnano, nel piccolo miracolo di un fiore inaspettato, di una nuova foglia o di un nuovo germoglio, dove si trova il vero segreto della felicità. 
Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Ame Rodríguez

Dedicato alla creazione di un esercito di cactus, piante grasse, barboncini e gatti per aiutarmi a conquistare il mondo. In quel poco tempo libero che ho suono, scrivo e ballo.

Ricevi la tua pianta a domicilio 🕊

5€ di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..