Guida per prendersi cura della tua Poinsettia

Non appena si dice addio all'autunno, si possono vedere le bellissime le foglie rosse e verdi delle poinsettie, che sono diventate un simbolo del Natale, nei grandi magazzini e nei vivai. La Stella di Natale è una decorazione popolare e comune di questo periodo natalizio, anche se la maggior parte delle persone la conservano solo durante la stagione per poi gettarla nel cestino della spazzatura. In realtà, alcuni sostengono che si tratta di piante "usa e getta”. La verità è che con un po' di amore e di attenzione le tue poinsettie possono rimanere con te per diversi anni.

La storia le Stelle di Natale

Il vero nome della Poinsettia è euphorbia pulcherrima, e pulcherrima significa "la più bella”. È originaria del Messico, infatti gli Aztechi la chiamavano cuetlaxóchitl e veniva usata come offerta per la dea Tonantzin, la madre terra. Quando arrivarono gli spagnoli, assimilarono questa dea come la Vergine Maria e cominciarono anche loro ad offrirle questi fiori. Il popolo nativo messicano usava la poinsettia per tingere i tessuti e come rimedio naturale. 

Nel 1821 il Messico raggiunse l'indipendenza e ricevette il primo ambasciatore americano, Joel Roberts Poinsett. Quand'egli visitò Taxco, si innamorò degli enormi fiori rossi che adornavano le strade, così acquistò diversi esemplari della pianta e li portò alla mostra botanica di Philadelphia nel 1929 dove iniziò a farsi conoscere con il cognome di questo ambasciatore. Quest'ultimo decise di offrirla come regalo di Natale per i suoi amici, dando inizio a una bellissima tradizione che si sarebbe poi diffusa in tutta Europa. 

Errori da evitare

  • Annaffiarla in eccesso: benché la tua Poinsettia abbia bisogno d'acqua, se esageri rischi di inzuppare le radici. L'umidità in eccesso può attirare i funghi e causare il marciume delle radici.
  • Bagnare le foglie: se le gocce d'acqua cadono sulle foglie, si macchieranno e sbiadiranno.
  • Lasciarla esposta a correnti d'aria: le Poinsettie non resistono affatto all'aria fredda o alle correnti invernali. Ricorda che sono native del Messico, la temperatura lì non è così bassa.
  • Mai sotto il sole diretto: la luce è importante per la crescita e lo sviluppo della tua Stella di Natale, ma non dovrebbe mai ricevere il sole diretto. Idealmente, dovrebbe stare in penombra, mai nella completa oscurità.
  • Lasciarla vicino a fonti di riscaldamento: il calore porterà via l'umidità dalla tua povera Stella di Natale, fino asciugarla completamente. Le foglie cominceranno a cadere e morirà lentamente. 

Guarda la tua Poinsettia per capire

  • Foglie gialle: si arrotolano su se stesse e cadono. Questo significa che fa troppo caldo, che l'ambiente è troppo secco e buio. Vaporizzala con un po' d'acqua tiepida e mettila vicino a una finestra. Allontanala dai termosifoni.
  • Foglie marroni e secche: le manca acqua o l'aria è troppo inquinata.
  • Le foglie sono cadenti, flaccide: significa che è esposta a correnti d'aria dirette. Devi spostarla e proteggerla.
  • Foglie informi e appiccicose: se vedi piccoli insetti brulicare intorno ad essa se agiti le foglie, vuol dire che la pianta è malata, con mosche bianche. Hai bisogno di un insetticida specifico.
  • Macchie bianche o gialle sugli steli e sulle foglie: quando le guardi più da vicino, sembrano cotonose e regolari nei bordi. Sono cocciniglie, insetti che ne intaccano la crescita e lo sviluppo. Toglile con un cotone imbevuto di alcol e spruzzale con un insetticida specifico. 
  • Le foglie sembrano un po' cotonose e cadono al minimo contatto: è affetta da un fungo. Devi moderare l'irrigazione e cercare un antimicotico specifico. 

Come prendersi cura della stella di Natale tutto l'anno

  • Tienila lontana dal sole diretto. Mettila in un luogo luminoso ma protetto, ad esempio vicino a una finestra.
  • Annaffiala 2 volte alla settimana. L'annaffiatura è più efficace se effettuata dal basso, cioè mettendo il vaso su un piatto d'acqua per circa 15 minuti. Togli l'acqua in eccesso e lasciala scolare molto bene. In questo modo si evita anche di macchiare le foglie.
  • Se l'ambiente è troppo secco, è necessario vaporizzarla. Vaporizza solo le foglie verdi.
  • Concima con un fertilizzante organico universale mensilmente. Ogni 15 giorni in estate per stimolarne la crescita.
  • Hai un giardino? Puoi seminarla e lasciarla crescere a suo piacimento. Si trasformerà in un piccolo cespuglio.
  • Si consiglia di potare una volta terminato il periodo natalizio, lasciando uno stelo di circa 10 cm dalla base. Lasciala in un luogo ombreggiato e non innaffiarla per un paio di giorni. Questi accorgimenti servono a stimolarne lo sviluppo. Poi annaffia normalmente fino alla comparsa di nuovi germogli. 
  • All'inizio della primavera si può trapiantare in un vaso leggermente più grande.
  • Per stimolare il cambiamento di colore delle foglie puoi coprire la pianta con un sacchetto di plastica nera o una scatola di cartone per 14 ore di seguito, per un paio di mesi. Puoi iniziare in settembre e sarà pronta per Natale.
Un ultimo consiglio: Acquista le tue poinsettie in un luogo dove siano protette dal freddo e ricevano le dovute cure fino a quando non saranno vendute. Questo garantirà la loro salute, saranno prive di parassiti e ti dureranno a lungo. L'opzione più semplice è quella di acquistare le piante online. Saranno curate e scelte da esperti, che le proteggeranno dalle intemperie fino a quando giungeranno nelle tue mani. Il tutto senza dover uscire di casa. 
Condividilo con tutti!
Informazioni sull'autore
Ame Rodríguez

Dedicato alla creazione di un esercito di cactus, piante grasse, barboncini e gatti per aiutarmi a conquistare il mondo. In quel poco tempo libero che ho suono, scrivo e ballo.

10% di Sconto

sul tuo primo acquisto
Iscriviti e unisciti al Club!

#LoveBeGreen


Accetto le condizioni d'uso e l' informativa sulla privacy..